Guida alle Capitali europee: Bucarest

View of the plaza at University Place in Bucharest, Romania, 1950s. (Photo by Harvey Meston/Getty Images)

Continua il nostro viaggio nelle Capitali d'Europa. Questa volta è la volta di Bucarest, capitale della Romania. Sottovalutata per molti anni, Bucarest sta riscoprendo nell’ultimo decennio un fiorente turismo, sia per le tante attrazioni da visitare che per i prezzi davvero modici. Un rapporto qualità prezzo davvero notevole per una delle città europee più economiche e allo stesso tempo ricche di cultura e arte.

Bucarest: Come Arrivare


Bucarest è dotata di 2 aeroporti: l’Aeroporto Henri Coanda, vicino il paese di Otopeni, è utilizzato dalle grandi compagnie aeree internazionali ed è distante circa 16 chilometri dal centro della città e l’Aeroporto Aurel Vlaicu, utilizzato per voli nazionali e da compagnie aeree low-cost, si trova nel quartiere Baneasa, a circa 7 chilometri dal centro della capitale.

Tante le compagnie low cost che volano sulla città dall’Italia, precisamente da Roma, Milano, Torino, Pisa, Venezia, Verona, Bari, Ancona, Firenze, Catania, Napoli, Alghero, Perugia, Cuneo e Bologna.

In alternativa ci sono gli autobus, molto economici ma che affrontano solitamente un paio di giorni di viaggio, oppure il treno, da Venezia.

BUCHAREST, ROMANIA - MARCH 07: People walk in the Lipscani old town district as the CEC Bank looms behind on March 7, 2013 in Bucharest, Romania. Both Romania and Bulgaria have been members of the European Union since 2007 and restrictions on their citizens' right to work within the EU are scheduled to end by the conclusion of this year. However, Germany's interior minister announced recently that he would veto the two countries' entry into the Schengen Agreement, which would not affect labour rights but would prevent passport-free travel. (Photo by Sean Gallup/Getty Images)

Bucarest: Cosa vedere


BUCHAREST, ROMANIA - SEPTEMBER 06: Children play at a playground as the Palace of the Parliament, built by former Romanian dictator Nicolae Ceausescu, looms behind on September 6, 2013 in Bucharest, Romania. While the country's economic output has risen significantly since it joined the European Union in 2007, it still lags in infrastructure development and the fight against corruption. (Photo by Sean Gallup/Getty Images)

Bucarest deriva da Bucura, che vuol dire "essere felici". Un nome bellissimo per una città che non ha attraversato un bel momento, storico, economico e politico. Oggi però viene considerata una piccola Parigi,per via di quegli edifici della Belle Epoque, la sua intensa vita culturale e artistica, i locali e il divertimento.

Tra le ultime attrazioni da visitare, c’è il Museo del Kitsch, un accozzaglia di tutto ciò che è di gusto discutibile, collezione privata di un artista romeno. Tra le attrazioni più classiche, invece, c’è il Palazzo del Parlamento, simbolo della dittatura comunista di Nicolae Ceaușescu. Tutto attorno si trova il centro storico di Bucarest, molto pittoresco, dove troverete, tra stradine e vicoletti, la statua di Vlad L’Impalatore, meglio noto come il Conte Dracula.  Per chi ama l’arte, il Museo d’Arte Nazionale ospita la più grande collezione di artisti locali, mentre per conoscere la tradizione e la cultura della Romania, c’è il Museo del Villaggio di Bucarest, un museo etnografico all'aperto, che mostra le tradizioni e la cultura dei paesi rurali dello Stato.

Se è una bella giornata, fate una passeggiata nel Parco Herăstrău, il grande parco della zona nord della capitale, intorno al Lago Herăstrău,  oppure al Parcul Cișmigiu, altro grande parco pubblico di Bucarest, perfetto per chi ama il relax.

Lo shopping e il divertimento si trovano nella città vecchia, il centro storico: qui locali, ristoranti e negozi caratteristici animano il centro di giorno e di notte.

BUCHAREST, ROMANIA - SEPTEMBER 06: Visitors sit at outdoor restaurants and bars in the Old Town Lipscani district on September 6, 2013 in Bucharest, Romania. While the country's economic output has risen significantly since it joined the European Union in 2007, it still lags in infrastructure development and the fight against corruption. (Photo by Sean Gallup/Getty Images)

Le chiese sono una ricchezza della città e per chi ama l’architettura sono assolutamente da visitare: come ad esempio la Chiesa Stavropoleos, chiesa ortodossa del monastero omonimo che rappresenta un capolavoro dell'architettura rumena secondo lo stile Brâncoveanu. Imperdibile anche la Cattedrale di Santi Costantino ed Elena, cattedrale del Patriarca ortodosso di tutta la Romania.

Bucarest: Cosa mangiare


BUCHAREST, ROMANIA - SEPTEMBER 07: Bulgarian tourists photograph one another in front of the Palace of the Parliament, built by former Romanian dictator Nicolae Ceausescu, on September 7, 2013 in Bucharest, Romania. While the Romania's economic output has risen significantly since it joined the European Union in 2007, it still lags in infrastructure development and the fight against corruption. (Photo by Sean Gallup/Getty Images)

Buoni, sazianti ed economici. Sono le tre caratteristiche dei piatti della cucina romena, che variano dalla carne al pesce alle immancabili zuppe. Come la Ciorba, una minestra a base di crusca, verdure, carne di gallina, vitello e trippa, mentre per secondo si servono Sarmale, involtini di carne e riso, accompagnati con la verza. Per stomaci forti c’è la  Tochitura cu mamaliguta, polenta con spezzatino; i Mititei, polpette di carne suina, ovina e bovina.

Tra i dolci, spicca il Saraille, dolce tipico di Bucarest fatto con mandorle inzuppate nel rum. Per quanto riguarda gli alcolici, vino e birra non sono di qualità, ma vanno forti con i distillati e le acquavite, come quello alle prugne, dai sapori forti e dai gradi alcolici elevati.

BUCHAREST, ROMANIA - MARCH 08: Students relax outside the main university on March 8, 2013 in Bucharest, Romania. Both Romania and Bulgaria have been members of the European Union since 2007 and restrictions on their citizens' right to work within the EU are scheduled to end by the conclusion of this year. However, Germany's interior minister announced recently that he would veto the two countries' entry into the Schengen Agreement, which would not affect labour rights but would prevent passport-free travel. (Photo by Sean Gallup/Getty Images)

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 24 voti.  

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE DONNA DI BLOGO