Vedere Barcellona in un giorno

Cosa vedere a Barcellona, quando si hanno a disposizione solo 24 ore.

DCIM102GOPRO

Hai un sola giornata di tempo a disposizione e vuoi goderti Barcellona? Una valida soluzione te la suggeriamo noi: girare la città spagnola in automobile, evitando così di faticare troppo a piedi o in bicicletta nei saliscendi che la caratterizzano. Il traffico, salvo periodi particolarmente affollati e al netto dei tantissimi semafori in centro, è affrontabile in maniera abbastanza serena, soprattutto se sei abituato a muoverti nelle caotiche metropoli italiane.

DCIM102GOPRO

Noi lo abbiamo in occasione del quarto di finale di Champions League Barcellona-Juventus, mettendoci alla guida di una Jeep Renegade, sponsor del club bianconero.

la-boqueria.jpg

Abbiamo potuto godere degli scorci panoramici dalla parte alta della città (Parc Güell) e di Barceloneta (il barrio di Barcellona con lunga distesa di sabbia e localini presi d’assalto d’estate), ma anche vivere il centro cittadino, dalla suggestiva Rambla all’elegante Plaça Reial, fino a Port Vell e al quartiere gotico.

DCIM102GOPRO

Immancabile il passaggio davanti ad uno dei simboli per antonomasia di Barcellona, la Sagrada Familia. Quindi, abbiamo dato un’occhiata dall’esterno al Camp Nou, l’imponente stadio dove gioca la squadra blaugrana di calcio (anche se lo spettacolo vero è all’interno, quando è stracolmo di tifosi) raggiungibile in circa 30-40 minuti dal centro.
DCIM102GOPRO

Naturalmente, visto che era in programma una partita così importate e attesa abbiamo preferito anticipare la nostra puntatina, prima che il traffico andasse in tilt, tra ondate di tifosi e transenne varie.

DCIM102GOPRO

Stesso discorso (limitarsi alla vista dall’esterno) dicasi per le incantevoli Casa Battlò e Casa Milà di Gaudì, il cui ingresso è peraltro decisamente caro (oltre i 20 euro a persona).

DCIM102GOPRO

Per la pausa pranzo (o cena) vi consigliamo di provare le specialità locali, dalla conosciutissima paella alla grande varietà di tapas (assaggini di tutti i tipi), senza dimenticare calamari e pesce in generale. Per dessert la scelta è tra crema catalana e le mille varianti di fritto (tra cui i churros). Per farlo basterà parcheggiare l’auto in zona porto, dove certamente non mancano locali di cucina tipica.

DCIM102GOPRO

Insomma, per un primo assaggio di Barcellona un tour in auto può bastare. Provare per credere.

Testo e immagini di Massimo Galanto

In collaborazione con Jeep

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 23 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE DONNA DI BLOGO