Pescaturismo in Italia, le attività per conoscere la cultura del mare

BRIXHAM, ENGLAND - MARCH 03: Empty crab and lobster pots are stacked in Brixham harbour on March 3, 2016 in Devon, England. The UK's fishing industry is likely to be radically affected by the outcome of the EU referendum that the UK electorate will vote on June 23. Currently under the EU's Common Fisheries Policies (CFP), quotas are imposed on UK fishermen and it also grants equal access to other European fishing fleets to the UK 200-mile exclusive economic zone around the UK coastline whilst preserving a 12-mile zone for exclusive UK boats. However if the UK votes to leave the UK would regain full control over its 200-mile fishing zone, although bilateral agreement with other fishing nations could require granting access on a quid pro quo basis and there is uncertainty about the potential loss of export markets. (Photo by Matt Cardy/Getty Images)

Pescare e mangiare quello che si è appena preso dal mare, come un vero pescatore. È la nuova esperienza del Pescaturismo, una nuova forma di turismo che sta prendendo piede in questi anni che offre a chi ama il mare l’esperienza di una vera e propria giornata di pesca, cucinando successivamente il proprio pescato.

Un’attività che piace a molti, che si svolge in mare  - o in lago – e che attira molti turisti: le barche e i pescherecci, esclusivamente di proprietà di pescatori o cooperative attrezzate per l’uso, ospitano per una giornata un gruppo di persone che assieme all’equipaggio conosceranno i segreti della pesca. Il visitatore che sceglie questa forma di turismo vivrà un’esperienza originale,  alla scoperta di aspetti, valori e tradizioni, tipici della vita di mare o d’acqua dolce, da vivere in prima persona dall’inizio alla fine.

In Italia sono ancora poche le attività di pescaturismo certificate, che si svolgono in molte regioni, dal Veneto alla Sardegna, dal Lazio alla Sicilia e in tutte quelle regioni che abbiano sbocco sul mare oppure uno specchio d’acqua dolce grande a sufficienza per la navigazione e la pesca. Tutte però hanno in comune l’interesse a divulgare la cultura del mare e della pesca e il piacere di assaporare il gusto autentico del pesce, nel pieno rispetto dell’ambiente marino, in un’ottica di turismo sostenibile.

L'attività del pescaturismo è stata una proposta innovativa per rispondere alle esigenze di diversificazione dell'attività di pesca e per riqualificare una quota di mercato turistico in parte esistente, con l'aggiunta di una voce particolarmente interessante, il che è in perfetta linea con l'esigenza di politiche che rispondano ai criteri di un "Turismo responsabile".

NORTH ATLANTIC OCEAN - MARCH 5: Scottish fisherman Mike Nichol on board the trawler Carina as the crew haul in their catch, March 5, 2004, some 70 miles in The Atlantic off the north coast of Scotland. Fishing boats operating out of the UK are constantly fighting to stay solvent as increasingly draconian quotas combined with declining stocks make earning their livliehood more difficult. (Photo by Chris Furlong/Getty Images) *** Local Caption *** Mike Nichol

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 13 voti.  

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE DONNA DI BLOGO