Venezia sperimenta il conta-persone per regolare l'afflusso di turisti

A picture taken on July 10, 2013 show one of the main waterways in Venice. AFP PHOTO / GIUSEPPE CACACE (Photo credit should read GIUSEPPE CACACE/AFP/Getty Images)

Da qualche tempo Venezia cerca un modo per regolamentare il flusso turistico, per preservare la Laguna. Meta turistica per eccellenza, Venezia non è in grado di gestire l’afflusso imponente di persone che decide di trascorrere qualche giorno nella città, per questo il Comune ha pensato di attivare un accesso controllato, a numero chiuso, dei turisti.

Arriverà perciò a breve, in maniera sperimentale, l'installazione di sistemi di conta-persone per regolare l'afflusso dei turisti, posti in prossimità di aree strategiche, come il Ponte di Calatrava, il Ponte degli Scalzi, l'imboccatura di Rio Terà Lista di Spagna, i tre ponti di attraversamento di Rio Novo (Ponte di Santa Chiara, Ponte del Prefetto, Ponte dei Tre Ponti), i punti di arrivo e partenza dei 'lancioni' gran Turismo.

Il documento, firmato dalla Giunta comunale, sarà portato al vaglio del Governo e dell'Unesco. Saranno inoltre individuate nuove aree di ristoro per i turisti, da inserire in una mappa tematica, verrà avviata una vasta campagna di comunicazione delle giornate di maggior afflusso, individuate in base ai dati del 2015 e 2016, e sarà incremento l'organico degli agenti di Polizia locale.

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 6 voti.  

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE DONNA DI BLOGO