Trentino: tradizioni, sapori autentici e paesaggi unici

Trentino blogtrip #vitanova12
N popul zenza storia e zenza memoria è n popul zenza davegnir”. E’ così che si presenta il Trentino in tutta la sua forza e il suo splendore.

Molto spesso quando si pensa al Trentino le immagini che si materializzano immediatamente sono neve, Dolomiti, sci, snowboard, allegre settimane bianche e mercatini di Natale. Ma questa è solo una piccolissima parte di ciò che può offrire questa terra tutta da scoprire anche nelle altre stagioni dell’anno. Un esempio? Trekking tra i sentieri dei tre Parchi naturali (Paneveggio-Pale di San Martino, Stelvio e Adamello-Brenta), centinaia e centinaia di km di itinerari adatti a tutte le gambe, 300 laghi alpini in cui rispecchiarsi insieme ad alberi e cielo: la natura è effettivamente la più grande ricchezza che possiamo vedere ad occhio nudo. Poi tante altre attività sportive outdoor come mountain bike, rafting, canyoning, nordic walking. Ma non finisce qui, perché fanno parte del patrimonio del Trentino anche i castelli, i borghi medievali, i musei, le tradizioni enogastronomiche, la vita nelle malghe e tanto di più.

Per scoprire questo ed altro, Travelblog ha preso parte all’Activity&Wellness blogtrip #vitanova12 (consorzio trentino che raggruppa hotel e resort), un tour che ha voluto mostrare a 360° cosa il Trentino può offrire a chiunque voglia fermarsi. Un lungo week-end iniziato da Trento e che ha visto protagoniste la Val di Fiemme e la Val di Fassa. Scenari che lasciano senza fiato.

Trentino blogtrip #vitanova12 Trentino blogtrip #vitanova12 Trentino blogtrip #vitanova12 Trentino blogtrip #vitanova12

Trento ci ha dato il benvenuto con le Feste Vigiliane, un appuntamento molto folkloristico che fà fare alla città un tuffo nel lontano Medio Evo. Anche il Castello del Buonconsiglio (oggi museo) sembra essersi animato di una vita antica.

La città è uno scrigno di arte, storia e cultura, nonché punto d’incontro tra cultura italiana e mitteleuropea. Letteralmente e metaforicamente il primo assaggio del Trentino lo abbiamo dato a Palazzo Roccabruna, un edificio nobiliare dell’epoca del Concilio, oggi sede dell’Enoteca provinciale e dell’Osservatorio delle produzioni trentine.

Trentino terra di grandi vini, si sa: ogni calice una scoperta. E qui, abbiamo imparato a conoscere e degustare il capolavoro delle bollicine trentine: il TrentoDOC.

Le scoperte continuano: finalmente abbiamo capito perché fragole e spumante o champagne si esaltano. Infatti, ad una scelta di tre vini doc sono stati abbinati piccoli frutti rossi come fragole, lamponi, mirtilli, more e ciliegie della cooperativa Sant’Orsola, un’azienda storica che promuove lo sviluppo sostenibile delle produzioni e la valorizzazione delle aree marginali abbandonate, un modus operandi che diventa strumento per recuperare territori, dignità e valori.

Se vi trovate a passare a di qui sappiate che ogni giovedì e sabato alle 18:00, a Palazzo Roccabruna, si organizzano laboratori enogastronomici di approfondimento dedicati ai prodotti trentini, per farvi vivere un viaggio alla scoperta di gusti antichi e genuini. Insomma, il Trentino è una terra che può essere raccontata attraverso tutti i suoi prodotti.

Un altro appuntamento da non perdere e che vi diamo in anteprima è quello al Museo di Scienze Naturali. Proprio quest’ultimo inaugurerà la nuova sede del MUSE, progettata da Renzo Piano, nel giugno del 2013.

Foto | Antonella Di Cintio

Trentino blogtrip #vitanova12
Trentino blogtrip #vitanova12
Trentino blogtrip #vitanova12
Trentino blogtrip #vitanova12
Trentino blogtrip #vitanova12

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: