La Settimana Santa 2017 in Sicilia

Se in Spagna c’è la Semana Santa di Siviglia, in Italia quella più seguita è sicuramente la Settimana Santa che si celebra a Palermo e più in generale in Sicilia

Penitents carry a statue of the Holy Mary during a procession on Good Friday on April 3, 2015 in Leonforte, central Sicily. Christians around the world are marking the Holy Week, commemorating the crucifixion of Jesus Christ, leading up to his resurrection on Easter. AFP PHOTO / MARCELLO PATERNOSTRO (Photo credit should read MARCELLO PATERNOSTRO/AFP/Getty Images)

Se in Spagna c’è la Semana Santa di Siviglia, in Italia quella più seguita è sicuramente la Settimana Santa che si celebra a Palermo e più in generale in Sicilia, che in questo periodo viene letteralmente invasa da turisti stranieri e italiani per seguire le processioni liturgiche legate alla morte e alla Resurrezione di Cristo.

A tenere ancora in vita i riti della Settimana Santa sono le confraternite locali, che organizzano le manifestazioni religiose legate alla Pasqua; molti di questi riti sono veramente antichi e misteriosi e per questo attirano il fascino dei turisti, soprattutto stranieri che non hanno mai visto una cosa del genere.

Sono le processioni il fulcro della Settimana Santa, che si svolgono in tutte le città e i paesi siciliani: a Caltanissetta, per esempio, le celebrazioni partono il mercoledì con un solenne corteo costituito dalle più antiche corporazioni artigiane da cui, a turno ogni anno, viene eletto un capitano, che in abito settecentesco porta in processione un crocefisso ricoperto da un velo nero. Le celebrazioni si concludono il Venerdì Santo con la processione del Cristo nero che parte dal santuario del Signore e vi ritorna dopo un lungo corteo, portato a spalla dai confratelli che in segno di devozione procedono a piedi scalzi con una tunica color viola.

A Butera, sempre in provincia di Caltanissetta, dopo la messa solenne di mezzogiorno sfilano due processioni che partono dalla Chiesa Madre e dalla Madonna delle Grazie; le celebrazioni, poi, si concludono con grandi fuochi d’artificio.

E’ spettacolare anche la Pasqua di Modica, in provincia di Ragusa, caratterizzata dalla seicentesca corsa della Madonna vasa vasa: qui due processioni partono dalla chiesa di santa Maria di Betlem, una con il Cristo redento e l’altra con la Madonna addolorata, e percorrono le vie cittadine con itinerari diversi che confluiscono nella piazza del Municipio. Qui, mentre si liberano in volo colombe bianche, avviene l’incontro e la vasata (il bacio e l’abbraccio) tra madre e figlio.

E ancora: a Trapani il Venerdì Santo si svolge la processione dei Misteri, con "a scinnuta dei misteri", cioè quando il gruppo statuario che rappresenta il "misteri" viene posto in evidenza rispetto agli altri, come la Caduta al Cedron, la flagellazione, fino ad arrivare all'Addolorata.

Ogni città e piccolo paese della Sicilia organizza una processione o una rappresentazione della via Crucis dal vivo, momenti toccanti per i fedeli ma anche per chi si sofferma ad ammirare.

Penitents take part in a procession on Good Friday on April 3, 2015 in Leonforte, central Sicily. Christians around the world are marking the Holy Week, commemorating the crucifixion of Jesus Christ, leading up to his resurrection on Easter. AFP PHOTO / MARCELLO PATERNOSTRO (Photo credit should read MARCELLO PATERNOSTRO/AFP/Getty Images)

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 16 voti.  

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE DONNA DI BLOGO