Civita di Bagnoregio, dormire in una casa d'artista per salvare il borgo

Civita di Bagnoregio,  conosciuta come “la città che muore”,  è uno dei più bei borghi d’Italia. Da tempo, però, questo borgo versa in gravi condizioni e rischia di deteriorarsi completamente, così per metterlo in salvo si stanno portando avanti da tempo numerose iniziative per raccogliere fondi destinati al restauro.

Tra questi, c’è la possibilità di dormire in Casa Greco, storico edificio del borgo, parzialmente distrutto a causa di una frana negli anni ‘80 e convertita in una residenza d’artista grazie al contributo di Airbnb.

La casa servirà come luogo di ispirazione e accoglienza per la comunità di artisti e viaggiatori. Ogni anno si svolge a Civita, “La città incantata, il Meeting internazionale dei disegnatori che salvano il mondo”, iniziativa promossa dalla Regione Lazio con il Progetto ABC Arte Bellezza Cultura, alla quale partecipano centinaia di artisti.

Nella casa è stata allestita un’installazione pensata specificamente per la residenza, realizzata da Francesco Simeti e scelta da Airbnb e dalla curatrice Federica Sala. L’opera, posta nell’area soggiorno, è intitolata “Plunged into Gullies, Entangled in Orchids” ed è stata ispirata sia dai dipinti del Rinascimento italiano che dal paesaggio che circonda il borgo di Civita; Airbnb ha anche selezionato i designers per il progetto di interior design della casa e trasformare gli interni.

Con il sindaco di Civita come host, la casa ha una sola stanza da letto ma potrà accogliere fino a 5 persone. Si potrà prenotare dal 30 marzo ad un prezzo di 300 euro a notte su Airbnb. Una tariffa speciale di 10 euro a notte sarà disponibile alla comunità di artisti professionisti secondo le regole descritte nell’annuncio sulla piattaforma.

Costruita sulla cima di una collina di tufo del centro Italia, circondata dalle valli formate dai fiumi Chiaro e Torbido, Civita di Bagnoregio è famosa in tutto il mondo per il suo patrimonio artistico. Il borgo, risalente al XIII secolo, sorge su un versante instabile ed è collegato a Bagnoregio da un unico ponte sospeso a 70 metri di altezza. Il borgo necessita di continui interventi di ristrutturazione e rafforzamento, motivo per cui è stato selezionato dall’Ente del Turismo Italiano come beneficiario dei finanziamenti distribuiti grazie al progetto per la salvaguardia dei piccoli borghi.

Credits | Instagram & Airbnb

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 166 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE DONNA DI BLOGO