Cosa vedere a Il Cairo: la statua di Ramses II che affiora dal fango

Nonostante l’instabilità politica e gli attentati del 2014 al Museo dell’Arte Islamica, Il Cairo è ancora oggi una meta turistica molto frequentata, soprattutto per gli appassionati d’arte antica.

La capitale dell’Egitto è ricca di cultura che affiora continuamente dal sottosuolo. L’ultima, strabiliante scoperta, arriva questa volta da una baraccopoli della città: qui è stata scoperta una statua gigante di quarzite, alta 8 metri e raffigurante il faraone Ramses II, che governò l'Egitto tra il 1279 e il 1213 aC.

A scoprirla, un team di archeologi egiziani e tedeschi in questa baraccopoli alla periferia della città, dove i ricercatori sapevano che un tempo sorgesse l'antica città di Heliopolis. La statua era sepolta in acqua e fango nella zona dove vive la classe operaia di Matariya.

[related layout="big" permalink="http://www.travelblog.it/post/181902/documenti-viaggio- An Egyptian worker stands next to the head of statue at the site of a new discovery by a team of German-Egyptian archeologists in Cairo's Mattarya district on March 9, 2017. Statues of the kings and queens of the nineteenth dynasty (1295 - 1185 BC) were unearthed in the vicinity of the Temple of Ramses II in what was the old Pharonic city. / AFP PHOTO / KHALED DESOUKI (Photo credit should read KHALED DESOUKI/AFP/Getty Images) [/related]

Ramses II, detto il Grande, è celebre per aver condotto molte missioni militari che consentirono all'impero egiziano di espandersi dalla Siria a est di Nubia e da alcuni studiosi è considerato il faraone che si oppose a Mosè durante l'Esodo.

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 15 voti.  

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE DONNA DI BLOGO