Street Art a Belfast, il tour dei murales

Da arte di guerra ad arte di pace. Per decenni i muri di Belfast, capitale dell'Irlanda del Nord, sono stati decorati con graffiti che raccontano la sanguinosa storia del conflitto in questo Paese.  Decenni di violenze, attentati e scontri fra unionisti protestanti e separatisti cattolici che hanno provocato oltre 3.500 morti.

I graffiti non solo raccontano i martiri e gli episodi più sanguinosi, ma sono sempre serviti anche a marcare i territori, a dividere in modo ancora più evidente le due fazioni. Una tendenza che la nuova generazione di writer vuole invertire, usando i murales per unire, e non per dividere.

"Il mio obiettivo è rendere la città completamente diversa, cambiare il modo in cui vengono usati i muri, fare qualcosa di positivo, di costruttivo, qualcosa con cui le persone possono relazionarsi e da cui si sentano oppresse", racconta l'artista Glen Molloy.

Sui muri della città negli ultimi anni sono spuntati centinaia di nuovi murales, molti si sono lasciati alle spalle i temi politici, altri invece contengono ancora tracce del passato doloroso ma nel segno dell'unione e non dello scontro.

 

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 16 voti.  

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE DONNA DI BLOGO