L’Avana cinematografica, il tour delle location dei film

Nonostante i lunghi anni di "chiusura", l’isola di Cuba e l’Avana, sua capitale, hanno prestato i loro incantevoli scenari a numerosi registi di cinema, che l’hanno “sfruttata” come location di tanti film, alcuni molto famosi altri un po’ meno.

Così, attraverso le pellicole, si gira alla scoperta di questa città che per molti versi si concentra nell’Habana Viejia, la città vecchia con i suoi vicoli pittoreschi, i suoi edifici colorati e i suoi palazzi storici, racchiusi in quest’area che è il punto nevralgico e il cuore pulsante della città.

L’Avana è soprattutto musica, così Wim Wenders porta a spasso gli spettatori per il Centro Habana, il Barrio Chino e il Vedado con i suoi personaggi unici, i musicisti del gruppo Buena Vista Social Club, attori dell’omonimo film-documentario.

Musica, e quindi danza: “Dirty Dancing 2”, film di Guy Ferland ci porta nel mondo della salsa, dei tramonti unici che l’Avana regala, dandoci anche qualche nozione di storia, visto che la pellicola è ambientata nel periodo della rivoluzione di Fidel Castro contro Batista.

Avana e le sue piazze: Plaza de Armas, Plaza de la Catedral, Plaza Vieja, el Castillo de la Real Fuerza, e tanti altri scorci sulla città che si possono ammirare nel film “Che – L’argentino”, di Steven Soderbergh. Un viaggio nella città attraverso la vita di Che Guevara, icona e simbolo di questa città, come dimostra il celebre volto del Che realizzato in ghisa sul Palazzo del Ministero degli Interni, a Plaza de la Revoluciòn.

Il Malecòn, celebre lungomare della città – è il più lungo al mondo, circa 7km – è presente nel film “Buena Vista Social Club”, ma anche in “Fragola e cioccolato”, dei registi cubani Tomás Gutiérrez Alea e Juan Carlos Tabío, che narra della difficile situazione degli omosessuali nella Cuba degli anni 70. Set del film fu anche la Universidad de La Habana, la più antica università cubana con la sua imponente scalinata.

C’è un film che parla di Cuba e l’Avana che però non è stato girato qui: si tratta de “L’Havana”,  di Sidney Pollack, avventura erotica ambientata nella Cuba rivoluzionaria ma girata tra Santo Domingo e la Florida, perché a quei tempo l’embargo degli USA non permetteva agli americani di investire soldi a Cuba.

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 16 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE DONNA DI BLOGO