Roma cinematografica, il tour delle location dei film

Per i cinefili, camminare per Roma dà la stessa sensazione di quando si gira per New York, quella sensazione che ci fa dire “ma io questo posto l’ho già visto, ci sono già stato”.
Niente di insolito, se si pensa che la Capitale è uno dei più grandi set cinematografici a cielo aperto, dove centinaia di film, dai capolavori ai B movies, vengono girati ogni anno per le strade e le piazze di questa città.

Da “Roma città aperta” a “Vacanze romane” passando per “007 Spectre”, questa città è una delle location preferite da registi di ogni parte del mondo, per il suo fascino che traspare in ogni immagine girata.
Delle volte, però, Roma diventa non il set ma la protagonista assoluta del film, come accade ne“La Grande Bellezza”: più che un film, questo può essere considerato un vero e proprio tour per immagini della città. Palazzi, terrazze, giardini, strade e fontane, molte note altre insolite, compaiono nel film: c’è la fontana dell'Acqua Paola, per i romani il "Fontanone", del Gianicolo, il tempietto del Bramante in San Pietro in Montorio, c’è Palazzo Pamphilj, la chiesa di Sant'Agnese. E ancora il giardino Villa Medici, sulla collina del Pincio, Palazzo Barberini, il Colosseo, il Parco degli acquedotti, le Terme di Caracalla, Palazzo Braschi e molto altro ancora.

Roma non piace solo agli italiani: tra gli ultimi registi che hanno scelto la Città Eterna come set dei loro film troviamo “Zoolander 2”, dove Ben Stiller se ne va a spasso  con la sua macchina da presa da Villa Borghese al quartiere Parioli, da via Condotti al Pantheon e il Teatro di Marcello, da San Pietro al lungotevere.

Se “Mamma Roma” di Pasolini ci porta in giro per le borgate, “Pasolini” di Abel Ferrara parte dalle vie che costeggiano la Stazione Termini e ritorna sui quartieri cari allo scrittore di Casarsa, zone poco turistiche ma ancora vive di quello spirito “romanesco”:  San Lorenzo, il Quadraro, Casal Bertone, fino ad Ostia e l’Idroscalo, dove Pasolini venne ucciso.

Il tour di Roma cinematografica lo concludiamo qui - anche se sarebbero ancora centinaia le citazioni da fare - nella Fontana di Trevi, dove nel lontano 1960 Federico Fellini girò la celebre scena del bacio tra Marcello Mastroianni e Anita Ekberg nel film “La dolce vita”, quella che tutti, turisti e non, cercano quando passeggiano per le vie di questa immensa città.

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 109 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE DONNA DI BLOGO