Cosa fare nelle Fiandre, aspettando la primavera

Manca ormai poco all’arrivo di una delle stagioni più amate, la primavera. Con il risveglio della natura e le miti temperature, non si può restare chiusi in casa, perché la primavera ci chiede proprio di esplorare e stare all’aria aperta.

Se non ci siete mai stati, questo è il periodo ideale per visitare il Belgio e in particolare le Fiandre. Fanno parte di questa regione – una delle 3 che compongono il Belgio – città incantevoli come Anversa, Gand, Bruges, Malines, Genk e tante altre, ognuna ricca di verde, cultura, eventi e divertimento.

Questa regione, che ha dato il nome al prezioso tessuto, con lo sbocciare della primavera presenta un calendario ricco di appuntamenti dedicati ai fiori e ai giardini.

Si parte con Floralia Bruxelles, una delle mostre mercato di Primavera dedicate alle composizioni floreali che si svolge nei giardini e nelle serre del Castello di Groot-Bijgaarden. Come ogni anno, oltre un milione e mezzo di tulipani, giacinti, narcisi e giacinti a grappolo sono stati piantati a mano dai giardinieri del castello ai piedi degli antichi alberi che si trovano nei 14 ettari del parco.

Visita immancabile alle Serre Reali di Laeken, ini metallo e vetro, in cui si trovano piante rare ed esotiche  in occasione della stagione della fioritura, quando le serre vengono aperte al pubblico in modo tale che ogni persona possa venire qui e godere dei loro incantevoli colori e inebrianti profumi.

La primavera è  la stagione perfetta per passeggiare nell’Hallerbos, il Bosco blu, estesa foresta di sequoie giganti che si trova tra Zenne e Zonien, a poco più di mezz'ora da Bruxelles. Hallerbos è molto famosa e amata per il suo tappeto blu creato dalle campanule in fiore, che sbocciano nella seconda metà di aprile.

Infine, una visita al Giardino Botanico Nazionale Belga, uno dei maggiori giardini botanici europei. A soli 3 km dal celebre Atomium, si trova a breve distanza da Bruxelles. Vero e proprio paradiso per gli amanti delle piante e della natura, questo sito storico si estende per oltre 92 ettari. Imperdibile il Palazzo delle Piante, un complesso di serre collegate tra loro che si estende per un ettaro: orchidee, alte palme, cactus spinosi e molti fiori esotici.

 

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 11 voti.  

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE DONNA DI BLOGO