Itinerari turistici in Emilia Romagna

13615176_825159950917332_7390578892550131498_n.jpg

Valorizzazione del territorio e promozione di turismo locale. A cavallo fra Emilia e Romagna è nato un nuovo sistema turistico locale, gestito e promosso da IF - Imola Faenza Tourism Company, che unisce ben 16 Comuni fra pianura e collina, dislocati su due Province (Bologna per il comprensorio imolese e Ravenna per la Romagna faentina), fra la Città Metropolitana di Bologna e la rinomata Riviera romagnola.

Un territorio solcato da ben quattro vallate – quelle dei fiumi Sillaro, Santerno, Senio e Lamone – e attraversato dalla via Emilia, quella “linea” che dal 187 A.C. dà continuità e unità a tutta la regione, da Rimini a Piacenza, abbracciando le peculiarità dei diversi territori: cultura, enogastronomia, paesaggi, tradizioni.

Il sito unisce in un'unica piattaforma le tante e diverse opportunità per trascorrere weekend, o periodi più lunghi, alla scoperta di un territorio ospitale, ricco di eventi e luoghi inediti. Dalle escursioni alla gastronomia, dalla cultura all'arte, iniziative e appuntamenti renderanno il soggiorno in queste zone un surplus. Gli esempi sono tanti: c'è l'Enoteca Regionale Emilia Romagna, situata nei sotterranei della Rocca di Dozza, dove sono presenti oltre 1000 vini ; ci sono tantissimi ristoranti sparsi nella zona che propongono la cucina tradizionale e l'assaggio dei prodotti tipici come l'Olio Extra Vergine d’Oliva di Brisighella DOP, lo Scalogno di Romagna IGP, i Marroni di Castel del Rio IGP, la Mora Romagnola (razza suina autoctona), oltre ai vini a denominazione a partire dal Romagna Sangiovese DOC e il Romagna Albana DOCG.

Per chi ama la natura, dalla valle del Sillaro sino a Brisighella, nella valle del Lamone, c'è il Parco Regionale della Vena dei Gessi Romagnola, area caratterizzata da peculiari morfologie carsiche, che comprendono doline, valli cieche e numerosissime grotte, tra le quali spiccano molti "abissi". Casola Valsenio, con il suo Giardino delle Erbe, si fregia del titolo di Paese delle Erbe e dei Frutti Dimenticati. Ci sono i centri termali a  Riolo Terme e Castel San Pietro Terme, i teatri storici e i musei, come il MIC – Museo Internazionale delle Ceramiche di Faenza o la Pinacoteca San Domenico di Imola. E poi ci sono i borghi, tra i più belli d'Italia, come  Brisighella con la sua “via degli Asini” e Dozza con i suoi muri magnificamente dipinti.

Gli amanti dello sport e della corsa automobilistica sono nel posto giusto: a Imola c'è l'Autodromo Internazionale Enzo e Dino Ferrari, sede di eventi sportivi, ma per chi ama praticare lo sport, questa è l'area migliore per chi vuol fare trekking o cicloturismo: le colline di tutta l’area, dalle dolci pendenze ma capaci di proporre anche salite e percorsi impegnativi per i più allenati, sono una meta frequente per chi ama le due ruote, ma anche a piedi o a cavallo.

olmeti-10

Credits | Facebook

 

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 7 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE DONNA DI BLOGO