Itinerari in Italia: trekking lungo la Linea Gotica

La storia non si impara solo sui libri, ma anche viaggiando ed esplorando. Così, con l’intento di trasmettere la storia dell’Italia, si è pensato di trasformare la Linea Gotica, storica linea difensiva legata al Secondo conflitto Mondiale, in un itinerario turistico europeo.
L’idea è ancora in fase progettuale e si pone lo scopo di valorizzare le realtà territoriali coinvolte, con il beneplacito dell’Europa che lo trasformerà in itinerario culturale europeo.

Voluta fortemente dalla Germania, la linea Gotica  fu la linea fortificata difensiva istituita nel 1944 nel tentativo di rallentare l'avanzata dell'esercito Alleato verso l'Italia Settentrionale. La linea difensiva si estendeva dalla provincia di Apuania (le attuali Massa e Carrara), fino alla costa adriatica di Pesaro, seguendo un fronte di oltre 300 chilometri sui rilievi delle Alpi Apuane proseguendo verso est lungo le colline della Garfagnana, sui monti dell'Appennino modenese, l'Appennino bolognese, l'Appennino Pistoiese, l'alta valle dell'Arno, quella del Tevere e l'Appennino forlivese, per finire poi sul versante adriatico negli approntamenti difensivi tra Rimini e Pesaro.

Oggi ci sono ancora numerosi resti da poter visitare lungo la Linea Gotica, come il muraglione a Carrara, lungo circa 2 km, che inizia dalla massicciata sopraelevata della ferrovia Pisa-Genova e termina lungo il Tonale nei pressi di Marina di Carrara. Oppure a Massa, dove ancora esiste un rifugio antiaereo, uno dei più grandi d’Italia.
E i percorsi di trekking e le attività  attività che legano l’escursionismo alla conoscenza della storia e del territorio sono numerosi: uno dei più frequentati è ad esempio un itinerario di trekking in uno dei luoghi più significativi, l’anello di Sant’Anna di Stazzema (Lucca), noto anche come il Sentiero della Pace.

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 11 voti.  

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE DONNA DI BLOGO