Dove andare in Germania: il Museo Barberini a Potsdam

Se siete in vacanza a Berlino, allungatevi fino a Potsdam, a pochi chilometri dalla capitale tedesca, E’ di fresca inaugurazione infatti – la cerimonia c’è stata lo stesso giorno e alla stessa ora dell’insediamento di Trump alla Casa Bianca – l’apertura del nuovo Museo Barberini.

Il Museo sorge in un palazzo molto antico , la cui costruzione era stata voluta da Federico il Grande, e che fu raso al suolo da una bomba degli alleati il 14 aprile nel 1945.

Un ambiente molto vasto, di oltre 2 mila metri quadrati, suddivisi in 17 sale. E sono già due le mostre organizzate per l'occasione, che resteranno accessibili fino al 28 maggio: "Impressionismo, l'arte del paesaggio" (in esposizione ci sono 140 opere) e "I classici del Moderno" (60 lavori).

Le tele delle che si potranno ammirare arrivano da diverse città del mondo: Parigi, Washington, San Pietroburgo e Gerusalemme. Si tratta di capolavori di Monet, Boudin, Caillebotte, Pissarro, Sisley, Corot e Renoir, per la prima; Rodin, Kandinsky, Liebermann e Nolde per la seconda.  La missione del Museo Barberini sarà per lo più quella di ospitare mostre temporanee.

Credits | Von Daniel Naber - Eigenes Werk, CC-BY 4.0, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=53343362

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 3 voti.  

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE DONNA DI BLOGO