Capodanno Cinese 2017 a Milano: le attività in programma

Anche l’Italia ha la sua Chinatown dove si attende con trepidazione l’arrivo del 28 gennaio, giorno del Capodanno Cinese, quest’anno sotto il segno del Gallo.

La Chinatown per eccellenza e la più antica  - il quartiere dell’Esquilino di Roma è principalmente popolato da cinesi ma solo da pochi anni -  si trova a Milano nel Municipio 1, così denominato  per via della notevole concentrazione della comunità cinese e di esercizi commerciali gestiti da persone di provenienza prevalentemente asiatica.

Detto anche quartiere Sarpi, la Chinatown di Milano è un quartiere compreso tra via Canonica e via Paolo Sarpi, ai confini con il centro storico e ha visto l’arrivo delle popolazioni asiatiche sin dal 1920.
Qui, seppure con toni più soffusi del Capodanno di New York o di Londra, verrà celebrata la Festa che dà inizio alla Primavera, come vuole la tradizione: la mitologia racconta infatti che un mostro, di  nome Nian, usciva dalla tana ogni 12 mesi per spaventare e uccidere gli umani. Per sconfiggerlo, l'unico modo era spaventarlo con rumori e con il colore rosso. Per questo motivo ogni anno si festeggia con potenti fuochi d'artificio e con tanti drappi rossi per tutte le città, rappresentando il mostro Nian nella tradizionale danza del Leone, una sfilata allegorica che si fa per le strade dei quartieri.

Tra le altre attività in programma, oltre alla parata, alla festa delle Lanterne che sancisce la fine del Capodanno Cinese, c’è l’usanza di scambiarsi buste rosse - contenenti una quantità di monete per inaugurare il nuovo anno - da donare alle giovani coppie, agli scapoli o ai bambini. Infine, i piatti tipici della tradizione cinese, da condividere con la famiglia: tra questi, c'è il tipico Nian gao, dolce di riso tradizionale del Capodanno.

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 20 voti.  

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE DONNA DI BLOGO