Mercatini di Natale a Berlino aperti dopo l'attentato a Breitscheidplatz

Se l’attentato al mercatino di Natale di Berlino fosse avvenuto durante il fine settimana, avrebbe sicuramente coinvolto più persone. Perché il mercatino di  Breitscheidplatz che si svolge ogni anno sotto la Gedaechtniskirche, la chiesa del ricordo, nel quartiere Charlottenburg, è uno dei più frequentati della città, da turisti e da berlinesi.

Il tragico evento di ieri sera ha sconvolto non poco la popolazione; allertate le misure di sicurezza negli altri mercatini della città, mentre nella Gedaechtniskirche è stato aperto un registro dove scrivere le proprie condoglianze alle vittime dell’attentato.

No alla chiusura degli altri mercatini di Natale, quindi, per volere della Merkel: "Poco importa far conoscere le motivazioni e il movente dell'aggressore, noi non dobbiamo farci togliere il nostro stile di vita fondato sulla libertà", ha dichiarato il ministro Thomas de Maizière in una nota, in cui ha aggiunto che "i mercatini di Natale devono continuare, predisponendo adeguate misure di sicurezza".

La chiesa del ricordo è così chiamata perché è un simbolo della città e un ricordo della pagina nera della storia della Germania: la chiesa, edificata tra il 1891 e il 1895, venne gravemente danneggiata dai bombardamenti della seconda guerra mondiale, ma non è stata più ricostruita per scelta: le sue rovine offrono una viva testimonianza degli orrori della guerra.

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 11 voti.  

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE DONNA DI BLOGO