Selfie, i Paesi più pericolosi al mondo (dove farlo)

selfie-deaths.jpg

Siete dei selfies addicted? Non potete lasciare un posto senza un immancabile autoscatto? Bene, fate attenzione a dove vi trovate, o meglio, a dove mettete i piedi, se non volete lasciarci le penne.

Lo ha rivelato uno studio – pubblicato sull’ Indipendent - condotto dalla Carnegie Mellon University, che ha rilevato negli ultimi 7 mesi ben 127 decessi per selfie in alcune parti del mondo.

Più della metà di loro – 76 – sono accaduti in India, durante il periodo di osservazione dello studio che va da marzo a settembre 2014. Secondo la ricerca, la maggior parte dei decessi legati ai selfie dipendono da disattenzioni e hanno principalmente coinvolto persone che erano pronte a immortalarsi in zone molto molto alte, come rocce o vette elevate. Altre morti da selfie, sempre in India, sono accadute per annegamento.

In 20 Paesi invece alcuni turisti sono stati uccisi mentre scattavano un selfie, perchè investiti o per altri incidenti. Il report, intitolato “Me, Myself and my Killfie: Caratteristiche e prevenzione da morte da selfie” studia i vari casi ma anche i numerosi sforzi che molti governi stanno facendo per porre fine alla selfie-mania.

Per esempio, la polizia di Mumbai ha dichiarato che ci sono ben 16 zone della città in cui i selfie sono vietati, per ridurre l’elevato numero di morti e feriti, che sono, in generale, vittime di età inferiore ai 24 anni.

People participate in the annual Color Run in Vilnius on August 30, 2014. The Color Run is a 5km fun run without winners, where participants are showered with colored powder after each kilometer along the run. AFP PHOTO / PETRAS MALUKAS (Photo credit should read PETRAS MALUKAS/AFP/Getty Images)

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 30 voti.  

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE DONNA DI BLOGO