UE propone nuova tassa di ingresso per area Schengen

SCHENGEN, LUXEMBOURG - MAY 11: A road sign greets visitors to the town of Schengen where the 1985 European Schengen Agreement was signed on May 11, 2016 in Schengen, Luxembourg. The Schengen Agreement, which led to the creation of Europe's borderless Schengen Area, was signed on 14 June 1985 in the small hamlet of Schengen at the tri-border point of Germany, Luxembourg and France. (Photo by Christopher Furlong/Getty Images)

La Commissione europea proporrà domani un nuovo sistema europeo di informazione ed autorizzazione per i viaggiatori provenienti dall'esterno dell'area Schengen che include, tra l'altro, il pagamento di una sorta di tassa di entrata, probabilmente di 5 euro, per tutti i cittadini dei Paesi terzi con cui la Ue ha accordi di liberalizzazione dei visti.

Lo hanno confermato fonti della Commissione a Bruxelles, definendo l'ammontare di 5 euro per la tassa di ingresso per i cittadini dei Paesi terzi che non hanno bisogno di visto "una stima appropriata". Il ricavato della tassa sarà destinato a pagare i controlli di sicurezza.

La tassa, affermano, arriva per effetto del Sistema europeo di informazioni e autorizzazione di viaggio (Etias) che, nelle intenzioni della Commissione Ue, potrebbe diventare operativo nel 2020. Secondo la proposta, l'Etias, che avrà la stessa valenza dell’Esta americano, varrà per tutti i cittadini non Ue che possono entrare senza visto, per soggiorni brevi, nell'area composta da 26 paesi, di cui 22 nella UE. L'Etias avrà una validità di cinque anni e, con la raccolta dei dati prima del viaggio, garantirà uno screening preventivo, determinando la candidabilità della persona ad entrare nell'area Schengen.

Chi avrà bisogno quindi dell’Etias? Cittadini provenienti da paesi come gli Stati Uniti, il Canada, il Giappone, i paesi centroamericani e anche Venezuela, Emirati Arabi e Israele. E, a seconda di come andranno i negoziati sulla Brexit, anche i cittadini del Regno Unito.

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 4 voti.  

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE DONNA DI BLOGO