Il deserto del Gobi, in Mongolia

Un luogo misterioso e affascinante, dove il tempo pare si sia fermato secoli fa. Ci troviamo in Mongolia, nel deserto del Gobi, uno dei luoghi preferiti da chi ama staccare la spina con la realtà frenetica e mondana.

Qui il paesaggio, sconfinato, è sempre uguale per chilometri e chilometri: sabbia e dune, mentre quello che cambia in maniera repentina è il clima. Escursioni termiche da brivido che passano dai 40 gradi del giorno al termometro sotto lo zero la notte.

Il deserto del Gobi si trova nella parte meridionale della Mongolia e la confinante Cina settentrionale: alcuni si limitano a guardarlo dal finestrino di un treno della linea Transmongolica (un ramo della Transiberiana), mentre molti amano attraversarla con i fuoristrada oppure cavalcando un cammello o un cavallo, sistemandosi nelle gher, le tipiche tende mongole, nel deserto più silenzioso e magico. Perché tende? Perché gli abitanti del Gobi – prevalentemente mongoli – sono nomadi e si spostano da un luogo all’altro assieme al loro bestiame.

Attraversare l’intero deserto è difficile, anche se la sfida è sempre in agguato: nel 2004 Reinhold Messner  è stato il primo uomo ad attraversarlo quasi interamente a piedi in direzione est-ovest. Tra le attrazioni di questo deserto c’è sicuramente il Parco Nazionale di Gurvan Saikhan, con le sue dune e splendidi paesaggi montani.

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 11 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE DONNA DI BLOGO