Airbnb, a New York vietato l'affitto di case private

TO GO WITH AFP STORY by ELOI ROUYER A woman browses the site of US home sharing giant Airbnb on a tablet in Berlin on April 28, 2016. Berlin will from Sunday, May 1, 2016, restrict private property rentals through Airbnb and similar online platforms, threatening hefty fines in a controversial move meant to keep housing affordable for locals. / AFP / John MACDOUGALL (Photo credit should read JOHN MACDOUGALL/AFP/Getty Images)

Vietato affittare case e appartamenti nella Grande Mela. La decisione non è ancora definitiva, ma l’iter avviato potrebbe essere quello di vietare l’uso di Airbnb a New York.

La notizia arriva dal Financial Times: la prossima settimana il governatore dello Stato di New York, Andrew Cuomo, dovrà decidere se firmare il provvedimento che mette al bando il più grande portale di affitto di stanze e appartamenti per brevi periodi, che gestisce oltre 40 milioni di utenti nel mondo. A chi trasgredisce, multe fino a 7.500 dollari.

Una decisione che a New York porterebbe portare non pochi problemi ai proprietari degli oltre 46 mila alloggi che utilizzano il portale californiano fondato nel 2008. In realtà, secondo quanto annunciato dal New York Times, la società sta cercando una soluzione, promettendo di modificare il sistema di registrazione  e di pagare più tasse. Ma potrebbe non calmare le ire di albergatori, che si vedono sempre più minacciati da questo sistema di pernottamento, molto economico rispetto ad una stanza in hotel, specie in una metropoli come New York.

91764955

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 12 voti.  

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE DONNA DI BLOGO