Stoccolma da vedere: il Paradiso del verde nella smart city

Cosa vedere a Stoccolma, una delle Capitali Verdi d'Europa. I luoghi di interesse da non farsi sfuggire per scoprire l'equilibrio sostenibile tra progresso ed ambiente nell'ultima tappa dello #SmartCities360.

Stoccolma, la capitale della Svezia, è una delle città più avanzate del nord Europa: da sempre ha attirato l'attenzione di artisti e viaggiatori che non si sono fatti spaventare dal clima, ma sono stati attirati dal fascino naturale che si staglia tra fiordi e laghi, con ritmi di luce molto diversi a quelli a cui siamo abituati e una aurora boreale da togliere il fiato. Ci sono molte cose da vedere a Stoccolma e nei dintorni.

Stoccolma è unica: nasce su 14 isole collegate tra loro da 57 ponti. Circondata da uno degli arcipelaghi più belli del mondo con circa 24.000 isole e isolotti. Proprio l’acqua è l’elemento che gli svedesi hanno imparato a sfruttare al massimo.

La capitale svedese produce il 60% della sua energia da fonti rinnovabili, in particolare il 48% deriva dall’idroelettrico: percentuali che aumentano, se si considera che l’80% dei residenti di Stoccolma usa sistemi di cogenerazione dell’energia.

Stoccolma, paradiso delle rinnovabili


Stoccolma, città di 914.909 abitanti e con un’area metropolitana di 2.213.528 abitanti, è una della città europee con maggior attenzione all’ambiente e alla sostenibilità degli stili di vita urbani. Ciò si traduce in qualità della vita, tra le più alte al mondo, e qualità della salute dell’ambiente urbano.

La città ha quindi da sempre investito sul tema della mobilità urbana e sostenibile. La prima parte della metro è stata inaugurata nel 1950, con la conversione in metro di una ferrovia sotterranea costruita nel 1933. Ad oggi il sistema conta tre linee per 108 km e 100 stazioni, di cui 47 sotterranee e 53 in superficie, molte delle quale sono esaltate dal punto di vista culturale, con artisti che le hanno rese uniche da opere d’arte con dipinti, graffiti, installazioni, mosaici.

La metro di Stoccolma, insieme alle bici, i bus e taxi alimentati a carburanti ecologici o biogas, fa della città svedese una delle capitali della mobilità green. Si pensi che per disincentivare l’uso delle auto, si deve pagare un dazio qualora la si voglia utilizzare in città.

Il dato più sorprendente riguarda i trasporti: il 90% degli abitanti si muove in bici, a piedi o con mezzi pubblici. Se si considera che la seconda classificata in questa area, Copenaghen, arriva al 68%, è evidente la “supremazia” della capitale svedese in materia di mobilità alternativa.

Si continua a lavorare per migliorare la qualità della vita degli abitanti di Stoccolma con il progetto 365 Waterway: una linea metro “di mare” che collegherà tutti gli isolotti circostanti la capitale. Ma sempre nel rispetto dell’ambiente e mantenendo le spiagge, le acque cristalline e balneabili dei diversi laghi.

A sud del centro di Stoccolma si trova Hammarby Sjöstad, il quartiere ecologico rinomato in tutto il mondo, inserito nel progetto ambientale della città. Circa 30.000 tra residenti, impiegati e imprese vivono il sogno eco in una location davvero di grande attrattiva in riva al lago.

Il quartiere di Hammarby Sjöstad


hammarby.jpg

Sjöstad significa letteralmente “città d’acqua” e il nome deriva dalla sua posizione sulle rive del lago che bagna la città, ma anche dal fatto che l’acqua è la sua principale fonte di energia. L’obiettivo principale fin dall’inizio della sua progettazione era stato quello di ridurre al minimo l’impatto ambientale del quartiere, facendo in modo che le sue emissioni fossero inferiori del 50% rispetto ai quartieri costruiti negli anni ‘90 e creando una città ecologica sotto ogni punto di vista, già a partire dalla sua posizione. Infatti Hammarby sorge dove un tempo esistevano vecchi siti industriali: questi sono stati riconvertiti in aree residenziali immerse in parchi verdi, provvedendo così a non consumare ulteriormente il suolo. Anche le case sono tutte realizzate con materiali eco–friendly che le rendendo confortevoli e soprattutto salubri. Ma è il circuito energetico che rende unico questo distretto urbano.

ACQUE
Il ciclo dell’acqua funziona in modo tale da non sprecarla mai: raccolta dal lago Mälaren, l’acqua è trattata in appositi impianti dove viene purificata e resa potabile prima di essere trasportata attraverso le tubazioni, in ogni casa. Dopo il suo utilizzo, l’acqua di scarto viene separata da eventuali rifiuti solidi e convogliata in un impianto apposito dove, depurata di nuovo, viene rimessa in mare.

RIFIUTI
Ma ciò che sorprende di più è il riciclo dei rifiuti usati per produrre energia pulita: tutti gli scarichi domestici vengono convogliati in enormi cisterne sotterranee dove sono trattati i liquami che formano biogas immediatamente riutilizzabili nelle cucine dei medesimi appartamenti. I residui solidi di questo processo vengono invece estratti e usati come concime per gli orti presenti nei giardini interni degli edifici.

ENERGIA
La maggior parte dell’energia elettrica è prodotta dai pannelli solari presenti sui tetti delle abitazioni e dalla centrale idroelettrica; mentre, per quanto riguarda il riscaldamento, il 47% deriva dai rifiuti domestici. Infatti, i rifiuti che non sono riciclabili vengono separati e portati allocale inceneritore che provvede al riscaldamento domestico; il restante 50% deriva dalla combustione di olio biologico (16%) e dall’energia idrica prodotta dalle acque di scarico (34%). In sintesi, Hammarby Sjöstad utilizza un sistema di riciclaggio a “circuito chiuso” in cui gli abitanti “contribuiscono” per la metà al sistema energetico producendo rifiuti, mentre il resto si ottiene da fonti pulite.

Vivere a Stoccolma


Le attrazioni più verdi di Stoccolma sono ovviamente i parchi e le riserve naturali, incluso il Parco cittadino nazionale reale, la maggior parte dei quali comodamente raggiungibile in bici dal centro.

Ma Stoccolma è molto, molto di più. È arte e cultura, è musica e divertimento. A Stoccolma nacquero gli ABBA, storico gruppo degli anni Settanta. Per tutti i loro fan c’è un museo dedicato alla band e un’escursione a piedi tra le tappe che hanno fatto la storia di questa band, un tragitto che permette di ammirare al contempo i principali edifici storici della città: si parte dal Municipio di Stoccolma, dove Benny fece i suoi primi spettacoli e continua all'Hotel Sheraton, uno dei luoghi dove gli ABBA hanno girato alcuni dei loro video, passando per l'Opera di Stoccolma dove il gruppo diede lo storico concerto per le nozze reali dell'attuale Re di Svezia, nel 1976, passando per il quartiere della Cittá Vecchia dove vissero Benny e Anni-Frid.

Nella Città Vecchia (Gamla Stan) si trova anche il Palazzo Reale, residenza ufficiale della Famiglia Reale Svedese. Non perdete il Cambio della Guardia - tutti i giorni alle ore 12:15 - e il 6 giugno la Festa Nazionale, in presenza dei Reali svedesi: per l’occasione, infatti, la città si veste a festa con eventi sparsi ovunque per il centro cittadino e tanta musica e divertimento nei giardini di Kungsträdgården.

Vota l'articolo:
Nessun voto. Potresti essere tu il primo!  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE DONNA DI BLOGO