Cosa fare in Umbria, una giornata alle Cascate delle Marmore e dintorni

Escursioni nei dintorni della Cascata delle Marmore in Umbria: passeggiate nella natura, tra storia, sapori e tradizioni.

Gli amanti dell'outdoor avranno sicuramente sentito parlare della Cascata delle Marmore, nell'incantevole bellezza dell'Umbria, una splendida scusa per una lunga camminata in alcuni dei borghi e dei paesaggi più belli della regione, per allontanare lo stress quotidiano e trovare benessere a contatto con la natura.

Forse non tutti sanno che si tratta di un impianto artificiale di una sistemazione idraulica realizzata dai romani. Il fiume Velino, infatti, straripava sui terreni circostanti e ciò creava zona di acque stagnanti, paludose e quindi anche nocive per la salute. Fu il console Curio Dentato a far costruire un apposito canale per far defluire il flusso.

Oggi, la Cascata delle Marmore, oltre ad offrire uno splendido scenario naturalistico, è associata ad una ricca offerta di sport – anche estremi – che si possono praticare nelle sue vicinanze, iniziando dal rafting, un'attività divertente che, in alcuni tratti, può essere adatta anche ai bambini.

Dalla Cascata poi si può proseguire verso il borgo fortificato di Casteldilago in stile medievale, dove nella chiesa di San Valentino, è conservato un affresco della Madonna col Bambino che risale al Cinquecento. Valgono la visita anche la chiesa di San Nicola e il vecchio mulino.

Oppure si può puntare all'eremo della Madonna dello Scoglio o dello Schippo, un santuario, nascosto da una folta vegetazione, che sorge lungo una strada che porta alla Forcella e si erge su uno sperone di roccia a strapiombo. Magari insieme ai pellegrini e devoti che, arrivati a destinazione, intonano canti religiosi.

cascata_delle_marmore_2.jpg
Foto Gabry boss.

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 43 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE DONNA DI BLOGO