Il Cammino di Santiago, le tappe più importanti

Un viaggio, un cammino lungo e faticoso quanto affascinante e introspettivo. E’ il Cammino di Santiago di Compostela, storico percorso che milioni di pellegrini percorrono da secoli attraverso la Francia e la Spagna, per giungere al santuario di Santiago di Compostela, presso cui ci sarebbe la tomba dell'Apostolo Giacomo il Maggiore.

Il percorso è di circa 800 km e dura, con le varie soste, un mese intero, anche se è possibile “personalizzare” il proprio cammino. Il viaggio viene intrapreso ogni anno da migliaia di persone, pellegrini e non, credenti o semplici appassionati di trekking, che hanno intenzione di vivere un’esperienza totalmente diversa dal classico viaggio, interamente connessa con la natura e con se stessi.

Come già detto, il percorso dura un mese, dai Pirenei fino alla Galizia, ma quello che conta è che ognuno percorra il proprio cammino seguendo i propri ritmi e la propria anima; solitamente è possibile intraprendere una parte importante del Cammino di Santiago in un periodo temporale che va dai 10 giorni alle 2 settimane.

Le tappe più importanti del Cammino di Santiago sono Navarra, La Rioja, Castiglia-Leòn, la Galizia. Molti luoghi sono legati alla leggenda: c’è Roncisvalle (legato alle gesta dei paladini di Orlando), Santo Domingo de la Calzada e la sua cattedrale con all’interno una gabbia con due galline vive, San Juan de Ortega, dove si trova un antico monastero sperduto. E ancora  O Cebreiro, sulla cordigliera galaico-cantabrica, Pamplona, Logrono, Burgos, Leòn, Astorga.

Per affrontare il Cammino di Santiago il budget non è dispendioso: si va dai 650 ai 900 euro, per le soste notturne e il vitto, ma è variabile in base allo stile di vita che ogni pellegrino ha. Importante è infatti privarsi del superfluo, per questo è bene viaggiare leggeri, con uno zaino in spalle, scarpe da trekking e tanta voglia di adattarsi.

Se si parte dall'Italia, bisogna percorre la Via Francigena sino a Sarzana: da qui o si  entra in Francia  a Mentone e si attraversa la Provenza sino ad Arles, per seguire  la via Arlesiana sino a Somport. Oppure si  può valicare l ’Appennino sino a Fornovo e seguire il tracciato storico della via Francigena, traversando le Alpi per il Moncenisio, scendendo ad Arles e proseguendo per la Via Arlesiana.

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 163 voti.  

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE DONNA DI BLOGO