Venezia, caccia ai turisti maleducati

AVenezia pugno di ferro e daspo per i turisti maleducati. IL Governatore minaccia: "Se fai la pipì nella città, non ci metti più piede"


"Pugno di ferro e mano pesante". Questo quello che chiede il presidente della Regione Veneto, Luca Zaia, dopo gli ultimi episodi di degrado e maleducazione da parte di alcuni turisti a Venezia.

Secondo il governatore una soluzione potrebbe essere quella di un 'daspo' "che significa fare in modo che se ti pizzico fare la pipì o qualcosa di peggio in una città che è patrimonio dell'umanità, ci teniamo il tuo nome e cognome e tu non ti avvicini più a Venezia".

Colpa della maleducazione, dell'estate che portata una gran massa di turisti in città, navi da crociera comprese, e forse, anche dell'italica abitudine alla tolleranza, che con i grandi numeri non aiuta. Sopratutto chi in città ci vive tutto l'anno, e la vede ridotta ad un "dopo-festa" a cielo aperto.

venezia-crociera.jpg
Foto Giulio Gigante.

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 26 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE DONNA DI BLOGO