Estate 2016, dove andare: le Fiandre in bicicletta

Gli amanti delle due ruote ecologiche sapranno già che la regione belga delle Fiandre è una delle mete più  affascinanti da percorrere, pedalata dopo pedalata. Arte, cultura, natura e sapori vi accompagneranno in una delle aree più belle e più all’avanguardia dal punto di vista delle infrastrutture per ciclisti.

Dalle piste ciclabili ai bike hostels, dai percorsi divisi per difficoltà he coprono tutta l’area a quelli tematici, le Fiandre renderanno la vostra pedalata veramente piacevole. Innanzitutto è grazie ai knooppunt, i nodi numerati, tracciati ciclabili che coprono tutta la regione e che permettono quindi di pedalare senza mai percorrere la stessa strada per due volte di seguito, sostando, tra una pedalata e un’altra, in qualche tipica birreria o cioccolateria, che sono il top delle prelibatezze fiamminghe.

L’intera regione è mappata, così si può organizzare il proprio viaggio in bici, con le varie soste e i percorsi tematici; inoltre si possono annotare i numeri dei nodi su un adesivo a attaccarlo al telaio della bici in modo da viaggiare senza il peso di fermarsi a monitorare il percorso.  Un percorso vastissimo, composto da centinaia di chilometri di piste, che variano a seconda del grado di esperienza del ciclista, da quello alle prime armi al più esperto.

In bici, poi, si può anche salire su battelli e zattere, che ti porteranno da una parte all’altra del canale o di un fiume. E poi tanti punti per noleggiare una bicicletta, aree di bike sharing, bed and bike per chi gira sule due ruote, insomma, c’è tutto ma proprio tutto quello che vi occorre per una vacanza su due ruote. Dovete solo pedalare!

Credits | Instagram

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 17 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE DONNA DI BLOGO