Viaggi all'estero, i vaccini consigliati prima di partire

Le vaccinazioni consigliate da mettere in valigia

CHICAGO, IL - SEPTEMBER 26: Passengers wait in line to reschedule flights at O'Hare International Airport on September 26, 2014 in Chicago, Illinois. All flights in and out of Chicago's O'Hare and Midway airports were halted this morning because of a suspected arson fire at a suburban Chicago air traffic control facility. (Photo by Scott Olson/Getty Images)

Tutto pronto per il vostro viaggio all’estero? Oltre al cappello e alla crema solare, non dimenticate di mettere in valigia le vaccinazioni richieste dal Paese di destnazione: come riportato da un articolo sul New England Journal of Medicine, dal 20 al 64 per cento dei viaggiatori si riporta indietro come souvenir dal loro viaggio una malattia.

Tutto quello che bisogna fare è conoscere quali potrebbero essere le malattie più diffuse nel Paese in cui vi state recando; il vostro medico dovrebbe mettervi a conoscenza dei vaccini necessari, soprattutto per le mete più esotiche come Africa, India. Esistono diversi siti, da quello del Cdc statunitense a quello della International Society of Travel Medicine allo stesso portale del Ministero della Salute italiano, che ha anche una sezione dedicata alle assicurazioni sanitarie, che si possono consultare.

Tra le vaccinazioni più segnalate c’è quella contro l'epatite A: una dose offre una protezione a breve termine, mentre si ha una protezione per tutta la vita con due dosi, e può essere fatta da un anno di vita in su. Poi c'è l'antitifica, sono tre compresse da prendere a giorni alterni, è raccomandata dai sei anni di età –ma si può fare anche dopo i due anni -  e previene tifo e alcuni tipi di salmonellosi.

Il vaccino per la febbre gialla è consigliato per le seguenti mete: Angola, Benin,  Burundi, Camerun, Congo, Costa d’Avorio, Gabon, Ghana, Guinea Bissau, Liberia, Mali, Niger, Repubblica Centroafricana, Repubblica Democratica del Congo, Ruanda, Guyana Francese.

Oltre ai vaccini è fondamentale la profilassi antimalarica, e in generale vanno messe in atto tutte le misure per evitare le punture di zanzara, soprattutto se si è in zone in cui sono presenti virus come Zika o Dengue. Ci sono poi i classici accorgimenti, come stare attenti a quello che si mangia e si beve – specie ghiaccio e acqua non in bottiglia - lavarsi le mani, evitare cibi crudi.

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 39 voti.  

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE DONNA DI BLOGO