Cosa vedere in Romagna, il Museo internazionale delle ceramiche di Faenza

Uno dei più importanti musei d'arte ceramica del mondo si trova in Italia, a Faenza da sempre legata all'arte della ceramica.


Faience che in francese significa maiolica, trasposto in faience in inglese, il termine deriva da Faenza, città che in epoca rinascimentale divenne celebre in tutta Europa per la produzione di oggetti in ceramica. Non solo polo industriale però, ma anche artistico-artigianale, grazie alla presenza di tanti maestri che produssero, e producono, vere e proprie opere d'arte in ceramica.

E quindi non è una sorpresa che a Faenza, 60.000 abitanti che vivono a 60 chilometri da Bologna e 70 da Rimini, dal 1908 è aperto il il Museo internazionale delle ceramiche che, senza tema di smentite, ospita una delle più importanti collezioni d'arte ceramica del mondo.

Tante e interessanti le sezioni stabili del museo: le Ceramiche faentine del medioevo, le grandi Officine italiane del rinascimento, le Ceramiche Classiche, quelle dell'arte islamiche e quelle cinesi e giapponesi, quelle precolombiane, fino a quelle moderne, che ospitano anche delle opere che Picasso donò al museo faentino.

E accanto alle esposizioni stabili, interessanti esposizioni temporanee, che spesso traguardano il futuro di quest'arte, grazie alle opere di giovani artisti e maestri, che qui espongono con la segreta speranza che anche le loro opere diventino ospiti stabili di questo incredibile museo: da non perdere in Romagna. D'estate aperto dal martedì alla domenica e festivi, dalle 10:00 alle 19:00. 8 euro l'ingresso.

museo-internazionale-delle-ceramiche-in-faenza.jpeg
Foto Sito ufficiale del Museo.

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 3 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE DONNA DI BLOGO