I borghi più belli d'Italia, Castelvecchio Subequo in Abruzzo

Castelvecchio Subequo, viaggio tra i borghi più belli d'Italia In Abruzzo, la cittadina custodisce la reliquia di S. Francesco

Non ci sono solo Rocca Calascio, il paese del nome della Rosa, Santo Stefano di Sessanio, il paese che resiste ai terremoti, o Cocullo, il paese dove vive ancora l'antico culto dei serpenti.

L'Abruzzo è anche Castelvecchio Subequo, in provincia dell'Aquila, con i suoi mille abitanti, che sorge ai piedi del monte Sirente e si trova adagiato su uno sperone di roccia. Un piccolo borgo ma che porta con sè una grande storia artistica, culturale e religiosa, con il suo patrimonio di monumenti rinascimentali e barocchi. Per molti uno dei borghi più belli dell'Abruzzo.

Nella Chiesa di San Francesco è custodita l'unica reliquia al mondo contenente il sangue del Poverello di Assisi. Nel 2013 il sangue si è liquefatto e ora la diocesi sta indagando per accertarne la veridicità. Nella cappellina, si possono ammirare affreschi di scuola giottesca senese del Trecento.

Castelvecchio Subequo, il centro della valle subequana, è un territorio bellissimo ricompreso all'interno del parco Sirente-Velino. Si può ammirare oltre alla bellissima natura, anche diverse eccellenze di carattere architettonico e storico, come la Chiesa e il Convento di San Francesco. In paese anche una catacomba, una galleria paleocristiana, dove venivano effettuate sepolture cosiddette ordinate. Sono ancora evidenti i segni del terremoto che ha interessato tutta l'area nel 2009. Ma il paese ha già cominciato da anni a ricostruire e a guardare avanti, come il popolo abruzzese sa fare.

800px-castelvecchio_subequo_01.jpg

Foto Ra Boe.

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 28 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE DONNA DI BLOGO