Cosa vedere a Budapest, il Giardino dei Filosofi

Budapest, la splendida capitale dell'Impero e dell'imperatrice Sissi, offre tanti angoli segreti, come il Giardino dei Filosofi

Iniziamo dal fondo: Budapest, la capitale dell'Ungheria che ancora vive con i fiorini, è una città bellissima, che offre tante attrazioni a noi turisti. Lo splendido Parlamento (prenotate le visite in italiano), i bagni termali, il teatro dell'opera, il Palazzo reale, la splendida chiesa di Mattia, il ghetto e la sinagoga, vaci Utca, la via dello shopping, un bel giro con la linea 2 del tram, i bar sulle rovine, le commoventi scarpe sulla riva del Danubio, e tanto altro ancora.

Budapest è anche tanto altro, magari meno noto, come il Giardino dei Filosofi, un giardino dove l'impossibile diventa realtà, con Gesù, Maometto, Buddha, Akhenaton, Laozi, si riuniscono in meditazione, osservati da vicino da San Francesco d'Assisi, Ghandi e Bodhidharma; più distanti, altre figure che compongono un terzo cerchio: Hamurabi, Giustianiano I e il principe Umayado. Forse una rappresentazione troppo "carica", ma certamente molto affascinante.

Una rappresentazione che coglie ciò che unisce il genere umano, l'aspirazione all'assoluto, a Dio, il desiderio di pace e prosperità per tutti, questa era l'idea alla base dell'artista ungherese Nándor Wagner, morto ormai 19 anni fa. Il Giardino dei Filosofi si trova sulla collina di Gellért, che sicuramente visiterete, perché è quella dove si trova la Cittadella e da dove si gode una splendida vista panoramica su Budapest.

giardino-dei-filosofi.jpg
Foto Gothika.

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 296 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE DONNA DI BLOGO