Estate 2016, la rivincita della Costa Smeralda in Sardegna

La rivincita della Costa Smeralda, destinazione top dell'estate, con l'obiettivo del +10% del fatturato


Con uno spettacolare tramonto sulle rocce del Phi Beach è cominciata ufficialmente la lunga estate della Costa Smeralda. Una serata di gala il 28 maggio in uno dei locali più amati dai vip per inaugurare quella che si annuncia come un'ottima annata per tutta la Sardegna.

Questo anche come effetto della crisi delle destinazioni nordafricane, ha spiegato Marco Bongiovanni, amministratore delegato di Baja Hotels, il gruppo che ha la proprietà del Phi Beach, del tour operator Sardinia 360 e di quattro alberghi in Costa Smeralda. Tutti quasi sold out per l'estate. "Il 2016 si presenta come un anno decisamente molto buono - ha spiegato - Siamo avantissimo rispetto ai numeri degli anni precedenti, avantissimo rispetto al 2015 che è stato un anno positivo.Come numeri, un incremento superiore al dieci per cento per quest'anno. Quando le camere sono esaurite, bisogna fermarsi. Fare un più dieci per cento in una situazione ottimale sarebbe un risultato molto buono".

Finché è bassa stagione la Costa Smeralda resta dominio assoluto di stranieri, che si godono un paradiso privato, fatto di natura, passeggiate e spiagge deserte. Poi con l'estate arrivano anche gli italiani, ma non come un tempo: in totale il 75 per cento degli ospiti di Baja Hotels è straniero. "E' assolutamente un rapporto da riequilibrare. Nel 1995 il 60 per cento della clientela era composto da italiani e il 40 da stranieri. Auspico un riequilibrio, credo almeno di un 15 per cento nel brevissimo periodo per il mercato italiano".

Foto Neil Falzon, Manuel Bierbauer, PhotoWalter,Winkelbohrer,Ökologix,

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 13 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE DONNA DI BLOGO