Europei 2016: cosa vedere a Lens, il Louvre-Lens

A Lens si giocheranno 3 partite dei preliminari e uno degli ottavi di finale dei prossimi campionati europei di calcio, una ex città mineraria del profondo nor della Francia che cerca il riscatto puntando forte sul turismo culturale.

Lens, quarantamila abitanti nel profondo nord della Francia (in Francia la geografia è sottosopra, e in fatto di sfottò i "terroni" sono quelli del nord), per 130 anni sudditi dei re di Spagna che allora governavano sulle Fiandre, è una ex città mineraria, che oggi cerca il proprio futuro nel turismo culturale.

Tant'è che dal 2012, da quando è stato inaugurato, la città si fa vanto di ospitare una sede distaccata di uno dei più famosi musei del mondo, ovvero il Louvre di Parigi, da cui dista circa 200 chilometri. Insomma, a Lens le istituzioni culturali francesi stanno provando a replicare quanto è riuscito a Bilbao con il suo Guggenheim.

Il Louvre-Lens propone tante mostre temporanee e la Grande Galerie, dove le opere provenienti dalle collezioni del Museo del Louvre sono esposte in un modo nuovo: abbandonando la tradizionale organizzazione in settori e sale tematiche, le opere d'arte qui sono presentate in un'unica vasta galleria di oltre 3.000 m2, senza alcuna divisione. In in questo modo, invece di sottolineare ciò che le divide e allontana, il Louvre-Lens sottolinea ciò che unisce, dal punto di vista artistico e culturale, le diverse civiltà.

Altre attrazioni di Lens, sono la stazione ferroviaria, il cui profilo ricorda quello di un motore a vapore, la facoltà di scienze Jean-Perrin, esempio di imponenti palazzi industriali, lo Stadio Bollaert-Delelis, che ricalca lo stile degli stadi inglesi, e il Centro città, con place Jean-Jaurès, all’incrocio delle due principali via di negozi (Boulevard Basly e Rue Lanoy), che è il vero cuore pulsante di Lens.

Foto 準建築人手札網站 Forgemind ArchiM

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 9 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE DONNA DI BLOGO