Cosa fare a Napoli, una passeggiata tra le fumarole dei Campi Flegrei

A spasso ai Campi Flegrei, il vulcano più misterioso del mondo tra il fenomeno del bradisismo e il rischio di nuove eruzioni

Alcuni lo definiscono il vulcano più misterioso del mondo. Trentanovemila anni fa le ceneri dai Campi Flegrei, una quarantina di crateri tra Napoli e Pozzuoli, sono arrivate fino in Siberia. L'area è sorvegliata costantemente visto che tra i Campi e il Vesuvio vivono un milione di persone.

Solo qui, e in una zona del Giappone, si manifesta il fenomeno del bradisismo, il "movimento lento". Il terreno si è sollevato di diversi metri durante la crisi di bradisismo negli anni settanta. Un motivo in più per usare la massima attenzione. "E' per questo che è molto sorvegliato perché è un'area altamente abitata. Per questo sono stati predisposti piani di evacuazione e di emergenza".

Eruzioni ce ne sono state e non è da escluderne altre. E nonostante tutti i controlli possibili, c'è un problema, come spiega il geologo napoletano Vincenzo Morra: "A Campi Flegrei c'è una variabile supplementare: l'attività non si è mai esplicata nello stesso posto. Oggi le informazioni non si verificano mai nello stesso posto". Un problema che per fortuna non riguarda il Vesuvio. Del grande vulcano sappiamo invece dove dovrebbe avvenire l'eruzione, senza tuttavia poterne conoscere l'intensità.

Foto Wikimedia Commons.

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 24 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE DONNA DI BLOGO