Italia solo al 5° posto nel turismo mondiale

Nel 2015 il turismo in Italia ha prodotto 68,8 miliardi di euro pari al 4,2% del Pil: si può fare molto di più, come ci insegna la Germania.

Non ci posso credere. Anzi ci credo e mi arrabbio. Ma come può essere che l'Italia sia solo al quinto posto per presenze nel turismo mondiale. Capisco venire dopo Cina e Stati Uniti, difficile competere con dei Continenti, ma venire dopo Francia e Spagna, proprio non riesco a spiegarlo.

Guardate la gallery inserita qui sotto: ho volutamente escluso le città più note a livello internazionale, ed ho preso, casualmente, solo 12 foto tra le tonnellate di kb disponibili sulla rete a tema Italy. C'è da stropicciarsi gli occhi in quanto a qualità e vastità dell'offerta. Esagero se dico in Italia c'è tutto quanto possa desiderare un turista?

Eppure nonostante tutto, nonostante i suoi 51 siti Unesco (Vaticano escluso) l’Italia, secondo i dati 2015 del World Travel and Tourism Council (WTTC), ricava dal turismo molto meno della Germania, dove i ricavi del settore sono stati pari a 117,9 miliardi di euro, meno di quelli del Regno Unito 85,8 miliardi e di quelli della Francia 80,4 miliardi: in Italia siano fermi a 68,8 miliardi di euro pari al 4,2% del Pil. Se arrivassimo al livello della Germania, il turismo cuberebbe oltre l'8% del nostro PIL.

Senza dire che il turismo non si può de localizzare come un maglificio o un call center, il turismo lo tramandi alle generazioni future, il turismo impiega molto più personale che una fabbrica ultramoderna. Non ci posso credere, e mi prende lo sconforto.

Foto Ferruccio Zanone, Alchen X, Michele Ursino, Davide D'Amico, Dennis Jarvis, Steve Lawlor, Balazs Szanto, Chris Yunker, Eric Bauer,

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 42 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE DONNA DI BLOGO