Giro d'Italia 2016, l'itinerario nel nord

Giro d’Italia 2016. Dopo aver pedalato lungo gli itinerari del sud Italia e del centro, questa volta la nostra bicicletta si spinge fino alle ultime tappe della corsa agonistica, lungo le strade che compongono l’itinerario del Nord Italia.

Dopo una notte ad Asolo, nel Veneto, ci spostiamo in direzione di Noale, in provincia di Venezia, da dove parte la tappa Noale-Bibione del 19 maggio. A Noale è da visitare la Rocca, antico nucleo su cui si sviluppò il centro fortificato medievale. A Bibione, invece, è il momento ideale per iniziare a prendere la tintarella sulla sua famosissima spiaggia, seconda in Italia dopo Rimini per il numero di turisti.

Venerdì 20 maggio si parte da Palmanova, nel Friuli, in provincia di Udine, caratteristica per la pianta architettonica, fino a Cividale del Friuli, paesino arroccato su un’altura, nota per il ponte del Diavolo che sovrasta sul fiume Natisone.

Sabato 21 maggio è la provincia di Belluno con Alpago e i suoi panorami mozzafiato a farla da protagonista e suoi laghi dove d’estate si pratica windsurf, fino a Corvara, nella provincia autonoma di Bolzano: nient’altro che natura, con il monte Sassongher che domina sul paese.
Domenica 22 maggio è ancora Trentino con Castelrotto, piccolo comune che si trova all'interno del parco naturale dello Sciliar, ai piedi dell'Alpe di Siusi, destinazione finale del Giro della giornata.

Lunedì 23 ci si spinge nel cuore dell’Alto Adige, nella tappa Bressanone, località perfetta per chi vuole staccare la spina e godersi la natura e i paesaggi che offre la montagna, oppure Andalo, zona prettamente invernale per le sue piste da sci ma che in primavera offre un verde panorama dove vivere in totale relax.

Gli amanti della montagna spalancheranno gli occhi davanti alle imponenti catene montuose di Molveno, in provincia di Trento, che sorge sulle sponde dell’omonimo lago, molto caratteristico. Ma salutate il Trentino, perché si parte alla volta della Lombardia, arrivando a Cassano d'Adda, in provincia di Milano: una gita all’omonimo castello è d’obbligo.

Siamo arrivati quasi alla fine del Giro: giovedì 26 maggio, nella tappa Muggiò-Pinerolo si attraversa la Brianza fino a varcare il Piemonte e raggiungere la Francia, in Provenza in particolare, con la tappa a Risoul, anche questa meta prettamente sciistica ma che offre natura e paesaggi anche in primavera. Si rimane in Provenza anche il 28 maggio, a Guillestre: un tuffo nel lago di Serre Poncon servirà a riprendervi per continuare in direzione Sant'Anna Vinadio, in provincia di Cuneo, poi Cuneo e infine Torino, ultima tappa del Giro. Qui di cose da fare e visitare ce ne sono tante, dalla Mole Antonelliana al Palazzo Reale, dal Museo del Cinema a quello Egizio, dalla Sindone ad una passeggiata per il signorile centro cittadino.

-

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 1 voto.  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE DONNA DI BLOGO