Pappadavada, il ristorante in India che odia gli sprechi

Pappadavada è il nome del ristorante, Nanma Maram quello del frigorifero, Minu Pauline quello della proprietaria. La storia del ristorante che sfama gli affamati.

Pappadavada è un cibo, una frittella, molto popolare nel sud dell'India, ma è anche il nome di un ristorante di Kochi, il principale porto del Kerala nel sud dell'India, che sta rapidamente acquistando notorietà sul web, perché è un ristorante che odia gli sprechi.

E non si limita ad odiarli, ma si da da fare perché diminuiscano, dando così la possibilità a chi ha fame, di mangiare quello che altri, i suoi clienti, non hanno più voglia di mangiare, grazie ad un frigorifero, che la proprietaria del locale, Minu Pauline, ha fatto installare su strada, proprio davanti all'uscita.

Complicato? No, tutto molto semplice. Si mangia al ristorante, e se avanza del cibo, invece di lasciare che finisca nell'immondizia, lo si impacchetta con cura, vi si applica un talloncino con la data, e poi lo si ripone ordinatamente nel frigorifero, Nanma Maram (l'albero della speranza), da dove qualcuno lo prenderà per sfamarsi.

Minu, che di suo ci mette 50 porzioni al giorno, scoraggia i clienti dal comprare cibo solo per metterlo nel frigorifero; Minu non si preoccupa se parte del cibo sarà preda degli scrocconi e di chi non ne ha reale bisogno; Minu, una ex bancaria che ha aperto il ristorante da tre anni, ha fatto qualcosa adesso e subito, perché ne sentiva il bisogno. Minu ha una pagina Facebook.

pappadavada.jpg

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 20 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE DONNA DI BLOGO