Travel on the Road: itinerario alla scoperta della Puglia con la Volkswagen Golf

Immaginate secolari ulivi che diradano dolcemente verso un mare incorniciato da maestose dune di sabbia; aggiungete antiche città bianche, storici trulli, masserie di charme, materie prime squisite, storia, tradizione, poesia, le turchesi acque delle calette attorno a Capitolo e capirete perche, secondo numerose ed autorevoli pubblicazioni di viaggio, la Puglia è considerata come una delle regioni più belle del mondo.


Testi di: Matteo Morichini

La Valle d’Itria - con i suoi immobili paesaggi costellati di trulli ed i secolari ulivi che dalle verdi colline diradano dolcemente verso il mare - è un luogo di grande poesia e dalle magiche atmosfere che colpiscono dritto al cuore. Situato al confine tra la provincia di Bari e quella di Brindisi, questo interessante territorio nel cuore della Puglia è anche famoso per le scenografiche città bianche e le tante Masserie tra Savelletri, Montalbano, Fasano e Pezze di Greco.

Negli ultimi anni la Puglia – ai tempi del Regno delle due Sicilie prezioso ponte con l’oriente e oggi elevata a regione più bella del mondo dal quotidiano The Guardian (qui però si potrebbe aprire un lungo dibattito) – ha assistito ad un vero e proprio boom del turismo e di conseguenza le strutture recettive, molte delle quali pretenziose e smaccatamente fuori contesto ed altre mediocri punto e basta, sono spuntate come funghi. Ma niente paura perché per andare sul sicuro basta prenotare una delle dimore storiche selezionate in questo itinerario di 1500 chilometri con la VW Golf Sportsvan.


Apriamo il nostro speciale con la Masseria Montenapoleone; un’oasi di quiete e benessere circondata da una maestosa tenuta agricola e luogo ideale per rilassarsi dopo aver trascorso tante ore al volante. Al contrario di indirizzi sulla carta più patinati , la Masseria della famiglia Monteneve – con cromie bianco calce e rosso antico – si distingue dalla concorrenza per autenticità e fascino. All’interno della proprietà, dove c’è anche una spettacolare piscina circondata dalla macchia mediterranea che osserva il Mare Adriatico (raggiungibile a piedi o in pochi minuti in auto ndr), vengono coltivati - con metodo biologico - una lunga serie di eccellenze gastronomiche. Gli arredi artigianali delle raffinate e ampie camere da letto come quelli degli spazi comuni con soffitti a volte, riportano alle tradizioni locali, ai valori di un tempo ed all’antico rapporto tra l’uomo e la terra.

Pervasi da pensieri nostalgici e ritmi “slow”, e solo dopo aver dormito il sonno dei giusti seguito da un eccellente colazione con prodotti biologici coltivati in loco e nelle terre circostanti, lasciamo la Masseria Montenapoleone per immergerci nelle turchesi acque tra Capitolo e Monopoli; tratto di costa adriatica particolarmente frastagliato con torri di avvistamento, intime calette ed atipiche cave tufacee sulla riva.

Per pranzo, l’indirizzo da non perdere per nessuna ragione al mondo è il Caseificio Crovace Oronzo a Speziale mentre non c’è nulla di più congeniale alla digestione che un sano riposino in uno degli stabilimenti lungo la spiaggia di Lido Macchie tra azzurro a perdita d’occhio e romantiche dune di sabbia.

Seppur distante da raggiungere da molte località italiane, una volta arrivati in Valle d’Itria è tutto piuttosto vicino e dunque dal mare bastano una decina di minuti per raggiungere la struttura scelta per la nostra seconda notte in Puglia; Masseria Alchimia nei pressi di Fasano. La particolarità di questa dimora di charme completamente bianca e circondata da una rigogliosa vegetazione di ulivi, palme e piante grasse, sono i sofisticati interni dominati da un alternarsi di arte contemporanea e design industriale, le ricercate camere con ampie vasche idromassaggio che osservano la natura circostante e le amache dislocate nel parco per infinite sessioni di chill-out.

Da Masseria Alchimia, se volete sfruttare al meglio le ore più scenografiche e fresche della giornata, suggeriamo la visita di Caranna al tramonto; una piccola località divenuta (più o meno) famosa soprattutto per i bellissimi panorami contesi tra mare e alture. E dopo, proseguendo sulla medesima e angusta strada delimitata da muri a secco e Trulli dove il tempo sembra essersi immobilizzato, si raggiunge l’affascinante Cisternino con il suo “balcone” sulla Valle d’Itria, la Chiesa madre di San Nicola costruita nel XVI secolo e lo squisito ristorante Osteria La Bella Italia.

Il nostro terzo giorno in Puglia ha un incipit particolarmente lussuoso grazie alle indimenticabili atmosfere della Masseria Torre Coccaro; che è senza ombra di dubbio uno dei migliori Hotel a 5 stelle della regione. La struttura principale, affacciata sull’evocativo cortile con una graziosa chiesa di lato e l’ulivo secolare al centro, trasmette un fascino tanto unico quanto particolare. Le camere, arredate in stile rustico-chic e complete di tutti i comfort contemporanei, offrono lusso e privacy.

L’eccellente cucina dell’albergo propone prodotti del territorio (molti dei quali coltivati nell’orto di proprietà) ed oltre alla invitante piscina all’interno della Masseria, gli ospiti hanno a disposizione Golf Club, centro benessere, attività che spaziano da tour in bicicletta a scuole di cucina ed accesso al Coccaro Beach Club – secondo il NY Times uno dei 10 migliori stabilimenti del Mediterraneo - sul mare del Salento.

Lasciata Torre Coccaro facciamo rotta verso Fasano per una sessione di guida tra i tornanti che conducono a Selva di Fasano (in alta stagione fare attenzione agli autobus turistici) e dopo la breve ascesa con vista torniamo a valle in direzione Ostuni; bianca cittadina affacciata sul mare al confine tra Murgia meridionale e Salento. Ostuni è una delle mete più frequentate della Puglia e dunque preparatevi a un po’ di ressa e tanti souvenir nei labirintici vicoli della località, dove al calar del sole – o meglio a mezzanotte e dintorni – ci si ritrova tutti al Riccardo Cafè; location unica, musica, movida e ottimi cocktails.

Per concludere – restando su temi etilici – segnaliamo Masseria Ancella di Montalbano dove abbiamo trascorso la nostra ultima notte in Puglia. La particolarità di questa struttura dall’eccellente rapporto qualità prezzo sono, oltre al rilassante lay-out e una piscina nel giardino in cui rinfrescarsi, i tanti riferimenti alla millenaria tradizione enologica della regione. L’enologia è infatti una delle grandi passioni dei proprietari ed all’interno della Masseria, l’universo vino trova espressione negli arredi, nei prodotti in vendita e nei particolari trattamenti della Spa dove il mosto delle uve di Negroamaro e Primitivo - ricco di antiossidanti e proprietà benefiche - viene utilizzato per la Vino terapia offrendo agli ospiti una cosmetica efficace, innovativa e completamente naturale.

Scheda viaggio: Travel in 72 ore



Macchina:

VW Golf Sportsvan
Km Percorsi: 1500
Litri di carburante consumati: 70
Costo carburante: circa 110 euro
Costo caselli: 60 euro
Dove mangiare: Osteria Bell’Italia a Cisternino, Taverna della Gelosia Ostuni, Masseria Montenapoleone, Caseificio Crovace Oronzo a Speziale. Taverna della Gelosia a Ostuni.Da Ricci a Ceglie Messapica
Dove Dormire: Masseria Montenapoleone, Masseria Torre Coccaro, Masseria Alchimia, Masseria Ancella
Itinerario: Bari, Monopoli, Savelletri, Fasano, Pezze di Greco, Selva di Fasano, Montalbano, Speziale, Caranna, Lido Macchie, Capitolo, Cisternino, Ostuni
Giorno 1: Partenza da Roma; arrivo a Masseria Napoleone a Pezze di Greco. Relax e cena con prodotti bio nella tenuta.
Giorno 2: Bagni a Capitolo; pranzo a Speziale (Caseificio Oronzo Crovace), sessione di guida nella Fasano-Selva di Fasano quindi aperitivo a Caranna con vista panoramica dalla Valle d’Itria. Cena all’Osteria Bell’Italia di Cisternino, pernottamento a Masseria Alchimia.
Giorno 3: Relax e mare nella spiaggia di Lido Macchine, pranzo a Masseria Torre Coccaro, visita ai Trulli della Valle d’Itria, cena alla Taverna della Gelosia di Ostuni. Drinks al Riccardo Cafè. Pernottamento a Masseria Ancella di Montalbano.

Scheda Viaggio: Travel in 48 Ore



Itinerario:

Roma, Bari, Fasano, Pezze di Greco, Speziale, Caranna, Lido Macchie, Capitolo, Cisterino, Ostuni.
Dove mangiare: Osteria Bell’Italia a Cisternino, Taverna della Gelosia Ostuni, Masseria Montenapoleone, Caseificio Crovace Oronzo a Speziale. Taverna della Gelosia a Ostuni.
Dove Dormire: Masseria Montenapoleone, Masseria Alchimia o Masseria Ancella
Giorno 1: Partenza da Roma; arrivo a Masseria Napoleone a Pezze di Greco. Pranzo con prodotti bio coltivati nella tenuta e relax in piscina. Aperitivo a Caranna e cena all’Osteria Bell’Italia di Cisternino.
Giorno 2: Bagni nelle calette di Capitolo; pranzo a Speziale (Caseificio Oronzo Crovace). Visita ai trulli della Valle d’Itria quindi spostamento fino a Ostuni; visita del paese e cena alla Taverna della Gelosia. Drinks al Riccardo Cafè. Pernottamento a Masseria Alchimia. Il giorno successivo bagni a Lido Macchie. Pranzo e Masseria Torre Coccaro e ritorno a Roma.

Link Utili:


http://www.masseriamontenapoleone.it/en/home/
http://www.masseria-alchimia.it/
http://www.masseriatorrecoccaro.com/it/home/
http://www.masseriancella.com/
http://www.riccardocaffe.com/

In collaborazione con Volkswagen

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 44 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE DONNA DI BLOGO