Dove andare in Perù, il parco nazionale di Paracas

Il Perù visto dall’acqua: la riserva nazionale di Paracas

A tre ore e mezzo di viaggio da Lima si entra in un paradiso naturale, la cui missione è quella di garantire la conservazione di un campione rappresentativo degli ecosistemi marini peruviani: la Riserva Nazionale di Paracas, nata nel 1975, grazie alla presenza di correnti fredde e calde provenienti dall’Equatore e dall’Antartico, ospita una grandissima varietà di specie marine.

In particolare, sulle Isole Ballestas (chiamate le piccole Galapagos) è possibile vedere branchi di leoni marini che nuotano tra le onde o si rilassano sulle rocce, colonie di pinguini di Humboldt, che qui hanno trovato il luogo ideale per riprodursi e prosperare, branchi di uccelli migratori, tra cui il falco pellegrino, il chuita, i l guanay, la sula peruviana, il fenicottero e il piviere dorato, oltre a cormorani e pellicani.

Le Ballestas sono una riserva naturale totale, quindi non è possibile sbarcare a terra, ma soltanto circumnavigare le isole: questo non vi impedirà di scattare grandiose foto naturalistiche perché gli animali non sono impauriti dalla presenza dell’uomo!

800px-paracas_national_reserve_ica_peru-3april2011.jpg
Foto World Wide Gifts.

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 16 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE DONNA DI BLOGO