L'isola Palmaria alle Cinque Terre, da base militare a paradiso turistico

Liguria, siglato accordo per riqualificazione dell'isola Palmaria.

Da area militare a meta internazionale del turismo green. E' il futuro della Palmaria, piccola e selvaggia isola nel golfo di La Spezia che, con lo storico accordo, atteso da oltre 30 anni, firmato per la cessione al Comune di Porto Venere di una cinquantina di immobili e terreni di proprietà della Marina Militare, si appresta a diventare la "Capri della Liguria", come annunciato nelle scorse settimane dal governatore della Regione Liguria.

"La restituzione all'autorità civile di un pezzo tra i più belli del nostro Paese e addirittura del Mediterraneo è un bel momento di collaborazione tra istituzioni." Ma la notizia più bella che ha dato il governatore Toti è che "sulla Palmaria non verrà costruito un centimetro quadrato in più rispetto all'esistente ma verrà valorizzato tutto quello che già c'è".

L'isola Palmaria, la più grande isola dell'Arcipelago Spezzino e di tutte le cinque isole liguri, si trova davanti allo splendido borgo di Porto Venere ( assolutamente da vedere), da cui è separata da uno stretto braccio di mare detto Le bocche. Dal 1997 l'isola Palmaria, insieme alle altre isole Tino e del Tinetto, Porto Venere e le Cinque Terre è stata inserita tra i Patrimoni dell'umanità dell'UNESCO.

800px-isola_palmaria.jpg
Foto William Domenichini.

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 10 voti.  

I VIDEO DEL CANALE DONNA DI BLOGO