Riapre a Milano la cripta della Chiesa del Santo Sepolcro

Milano, riapre dopo 50 anni la cripta del Santo Sepolcro.

Una cripta evocativa, carica di una storia millenaria, nella quale si sente pulsare ancora la Milano di San Carlo Borromeo e dei secoli precedenti. Riapre al pubblico, dopo 50 anni, la cripta della Chiesa del Santo Sepolcro, nel complesso della Biblioteca Ambrosiana, in pieno centro a Milano, dove sorgeva il foro romano, i cui pavimenti sono ancora quelli che è possibile ora calpestare nella cripta.

Definita da Leonardo Da Vinci il "vero mezzo di Milano", la chiesa del Santo Sepolcro, e la sua cripta in particolare, ricordano l'impresa dei lombardi alla prima crociata, e nella copia del sepolcro di Cristo che è collocata al centro della pianta sotterranea si dice sia conservata la terra proveniente dai luoghi santi. E proprio qui, come ricorda la statua in terracotta policroma, San Carlo veniva spesso a pregare.

Per il completo restauro della cripta, dove in più punti si trovano affreschi antichi, servirà una spesa di due milioni di euro che si stanno raccogliendo. Intanto per la nuova inaugurazione viene esposta una riproduzione fotografica della Sindone di Torino.

800px-4296_-_milano_-_santo_sepolcro.jpg
Foto Giovanni Dall'Orto.

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 18 voti.  
0 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE DONNA DI BLOGO