Doggy bag obbligatoria nei ristoranti in Francia

Chi non finisce le pietanze della cucina francese potrà portarsele a casa.

Nel 2016 in Francia è scattato l'obbligo per i ristoranti con più di 180 coperti di fornire ai loro clienti la doggy bag, una scatoletta dove riporre gli avanzi del pasto da riportare a casa. Ma non tutti plaudono all'iniziativa.

"Fino ad ora me l'hanno chiesta solo clienti stranieri, nessun francese ha chiesto gli avanzi a meno che non avesse il suo cagnolino con sé" spiega Didier Chenet del sindacato degli hotel e ristoranti.

"Normalmente non lo facciamo, perchè le nostre porzioni sono ben definite e i nostri clienti di solito mangiano tutto" aggiunge Stephane Martinez del ristorante Le Petit Choiseul.

Il provvedimento fa parte di un'iniziativa del governo per dimezzare entro il 2025 lo spreco alimentare, che per la ristorazione francese equivale a circa un milione di tonnellate l'anno.

"La spinta ecologista sta diffondendosi e sono sicuro che nel giro di qualche anno tutti i ristoranti saranno attrezzati e tutti i clienti si porteranno a casa gli avanzi", dice Alain Fontaine proprietario del ristorante Le Mesturet.

Secondo un sondaggio di Coldiretti, un italiano su cinque è d'accordo con l'iniziativa e afferma di aver sperimentato la pratica almeno una volta, oltre il 25% degli italiani ritiene però che usare una doggy bag sia "da maleducati, da poveracci e volgare" o si vergogna comunque a richiederla.

doggy-bag.jpg
Foto jj.


Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 27 voti.  

I VIDEO DEL CANALE DONNA DI BLOGO