Messico, il Tempio di Quechula emerso dalle acque

Ci troviamo nello Stato messicano del Chiapas, dove il fiume Grijalva dallo scorso ottobre ha ridotto drasticamente il livello delle sue acque regalando a visitatori e abitanti questo regalo meraviglioso

Altro che Mostro di Loch Ness! Dalle acque di questo fiume, a causa di una forte siccità, è emerso addirittura un tempio!
Ci troviamo nello Stato messicano del Chiapas: qui il  fiume Grijalva dallo scorso ottobre ha ridotto drasticamente il livello delle sue acque - circa 25 metri - regalando a visitatori e abitanti un regalo meraviglioso. Si tratta del Tempio di Santiago, noto anche come Tempio di Quechula, un edificio storico risalente al XVI secolo, in tutto il suo splendore.

L'"apparizione" non ha lasciato - almeno gli abitanti del luogo - stupefatti: pare infatti che questo fenomeno si verifichi con una certa gradualità. L'ultima nel 2002, quando il livello si era talmente abbassato che le persone erano riuscite addirittura a entrare all’interno all’interno della Chiesa e camminare tra le sue navate.

Il Tempio di Quechula risale al 1564, venne abbandonato dopo una grave epidemia di peste che colpì la cittadina intorno al 1773.  E' un edificio molto grande -  lungo 61 metri, largo 14 e alto 10 - così come il campanile  che da solo è alto 16 metri. Secondo fonti locali, all'interno dell'edificio religioso sno state trovate ossa appartenenti alle vittime della peste.
Uno spettacolo affascinante e un luogo da visitare se avete intenzione di farvi un giro da quelle parti: le piogge dei prossimi mesi potrebbero infatti riportare il Tempio sott'acqua e chissà tra quanti anni potrete godere nuovamente di una tale bellezza!

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 118 voti.  
0 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE DONNA DI BLOGO