Cosa vedere a Bordighera in Liguria

Poche case ammucchiate sopra un'altura che formano un labirinto di vicoli in salita e discesa, dove spira l'uggia della fortezza antica eretta in difesa dei Saraceni.
Edmondo De Amicis, descrivendo Bordighera Alta.

MINOLTA DIGITAL CAMERA

Bordighera, oggi 20.000 abitanti in provincia di Imperia, che deve molta della sua attuale fortuna a Il dottor Antonio, un romanzo di Giovanni Ruffini, che fece conoscere il paese, e tutto il paesaggio circostante, ai sudditi di Sua Maestà, che da allora iniziarono a sognare una vacanza nella splendida riviera ligure. Bordighera, che Google segnala tra le destinazioni emergenti per le vacanze in Italia.

Bordighera innanzitutto è Bordighera Alta, il borgo antico descritto da De Amicis, quello che ci immaginiamo debba essere il caratteristico borgo ligure: stretti vicoli, che salgono, scendono e si piegano, per "aprirsi" all'improvviso in piazzette molto caratteristiche. Belle case colorate (sempre più curate), su cui si affacciano diversi piccoli ristoranti, dove cedere ai peccati di gola, non è poi un peccato così grave.

E poi c'è il Giardino esotico Pallanca, dove tra tante piante esotiche si può anche ammirare una Copiapoa, una pianta grassa del Cile, che ha raggiunto i 300 anni di età, il lungomare e la Chiesa di Sant'Ampelio, un'ottima scusa per una romantica passeggiata al tramonto, e il Museo Bicknell, per farci passare (almeno un po') la rabbia della chiusura di Villa Margherita.

Foto Racchets.

  • shares
  • Mail