Dove vanno all'estero in vacanza nel 2016 gli italiani

Secondo un ‘indagine del Ciset tra novembre 2015 e aprile 2016 in crescita anche le "uscite" all'estero degli italiani.

"Outgoing" in crescita del 2,3% nel prossimo futuro degli italiani. Le partenze internazionali dall’Italia verso i principali Paesi supereranno nel biennio i 23 milioni, con tassi di incremento del 2,3% (2015) e del 2,6% (2016). Superiore alla media sarà la crescita dei flussi diretti verso l’area mediterranea (+3,4%). Le destinazioni mediterranee assorbono più della metà del totale dei flussi in partenza dal nostro Paese.

Mediamente più dinamico il movimento verso la Francia primo mercato di destinazione per il nostro paese con oltre otto milioni di partenze nel 2015. L’Europa Centrale mostrerà una crescita di poco inferiore alla media nel biennio con tassi pari a +1,8% e +2% nei due anni. Il Nord Europa sarà contraddistinto da un incremento nel biennio con tassi pari a +0,2% e +3,2%rispettivamente. Il Regno Unito rappresenta circa il 70% delle partenze verso l’area, e sarà caratterizzato da uno 0,8% nel 2015 e da un +3,3% nel 2016.

Infine, i paesi dell’extra Europa saranno caratterizzati da un andamento inferiore alla media, sicuramente molto debole durante l’anno in corso e in lieve recupero il prossimo (+0,3% nel 2015, +1,2% nel 2016). Enfatizzando tale dinamica, tra le mete tradizionali d’oltre oceano, gli Stati Uniti registreranno un -0,9% e +1,9% nei due anni.
lindos.jpg
Foto Francesco Sgroi.

  • shares
  • Mail