Il Museo Nazionale Romano di Roma diventa ancora più grande

Principesse e principi dell'antica Collatia. E' la nuova sala aperta alle Terme di Diocleziano di Roma nella sezione protostoria dei popoli latini del Museo Nazionale Romano.

Gli scavi archeologici hanno portato a individuare l'antica Collatia in quella che oggi è l'area de La Rustica, alla periferia di Roma. La scoperta di una grande necropoli con centinaia di sepolture datate tra l'VIII e il VII secolo a.C., risale al '72, quando si stava costruendo l'autostrada A24. Poi, tra il 2009 e il 2012 si è intervenuti quando sono state costruite le complanari.

I lavori interdisciplinari, tra archeologi, antropologi e altri studiosi, hanno portato alla luce le tre tombe esposte e altre che si stanno studiando e restaurando, che hanno permesso di capire come vivevano questi popoli, in un momento cruciale in cui iniziavano a dividersi in classi sociali.

Due tombe di donne, una di una giovane, e quella di un uomo adulto, con corredi lussuosi, scettro, spada, vasi e persino un carro da guerra, tanto da far dire di aver ritrovato le tombe di principesse e principi dall'antica Collatia: tombe di grandissima importanza, come quella dove era conservato un carro che segna l'importanza del personaggio sepolto.

Dalla fine dei lavori nel 2012 in tre anni le tombe sono arrivate nel Museo, ed entro un anno probabilmente sarà aperta anche un'altra area dedicata a Collatia con gli altri ritrovamenti.
1024px-roma09_flickr.jpg
Foto dearbarbie.

  • shares
  • Mail