Miami, trattenuta in aeroporto perché transgender


Il Body Scanner non riconosce i trasgender, o meglio, non è programmato per riconoscerli, ma gli addetti alla sicurezza dovrebbero, e se non lo fossero, potrebbero almeno essere formati, ed evitare così di far perdere l'areo ai passeggeri, oltre ad evitare situazioni ed esperienze potenzialmente umilianti.

Shadi Petosky, una 40enne trasgender, non ha superato l'esame del body scanner, che si aspettava una donna, e ha trovato una donna con un pene. Potenzialmente un'arma pericolosa per una macchina che sa fare solo quello per cui è stata costruita, evidentemente un terrorista per gli addetti alla sicurezza, che hanno trattenuto Shadi per 40 minuti, durante i quali la donna è stata interrogata e controllata "manualmente", sopo essersi rifiutata di passare al body scanner per uomini.

" I'am being held by the TSA in Orlando because of an "anomaly" (my penis)" è stato uno dei tweet di Shadi, che alla fine ha fatto sapere com'è andata a finire: "I am through. It was about 40 minutes, 2 full body pat downs, fully disassembled luggage. I missed my flight." Tanto imbarazzo per Shadi e volo perso.

bodys-scanner.jpg
Foto Jacopo Werther.
Via MetroUk.

  • shares
  • Mail