Giordania, turismo in calo per i conflitti

Turismo in netto calo in Giordania, lo confermano gli ultimi dati provenienti dal Dipartimento del Turismo.

Stando alle cifre recenti, il  numero di turisti che hanno visitato Petra, meta turistica per eccellenza della Giordania,  è diminuito del 33 per cento nei primi mesi del 2015 rispetto allo stesso periodo dello scorso anno, con la conseguente chiusura di alberghi ed esercizi commerciali.

Il motivo di questo drammatico calo e più in generale della crisi del turismo in Giordania è frutto dei conflitti nella regione, in particolare nei vicini Siria e Iraq e della paura del fondamentalismo islamico.

Il Dipartimento del turismo governativo ha inoltre evidenziato una contrazione del 10 per cento del fatturato del settore nei primi tre mesi dell'anno, con i visitatori provenienti dalla Ue calati del 21,3 per cento a 57 mila e quelli asiatici del 27 per cento a 92 mila. I turisti che hanno visitato Petra da gennaio ad agosto sono stati 280 mila rispetto ai 418 mila dello stesso periodo del 2014. Anche i visitatori della città romana di Jerash sono calati del 31 per cento.

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 2 voti.  

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE DONNA DI BLOGO