Le terme romane di Bath, in Inghilterra

Costruite ai tempi dell'imperatore Vespasiano, nel 75 d.C

gettyimages-109717105.jpg

Nella località di Bath, nel Regno Unito, si trova un'affascinante meta turistica: le terme romane.
., nella città allora chiamata Aquae Sulis, le terme sono tuttora perfettamente funzionanti grazie all'acqua che proviene dalle colline Mendip vicino a Bath. L'acqua durante il suo percorso sotterraneo si riscalda e fuoriesce quindi gradevolmente calda.

Il complesso anticamente comprendeva anche un tempio dedicato all'antica dea celtica dell'acqua e alla dea romana Minerva. Abbandonate con l'esodo delle legioni romane dalla Britannia, vennero abbandonate per molti secoli e rimesse in sesto nel  1755, quando il dandy Beau Nash ne fece l'elegante ritrovo dell'aristocrazia londinese. La fonte è oggi ospitata in un edificio ottocentesco in stile neoclassico, frutto della matita di John Wood il Vecchio e del figlio John Wood il Giovane.

Oltre alle terme è consigliabile visitare anche il museo che conserva una superba raccolta di artefatti romani, rinvenuti prevalentemente nelle Sorgenti Sacre, dato che sta ad indicare la natura votiva dei reperti. Nella collezione spiccano la testa di bronzo dorato di una statua di Minerva, restituita dalle indagini archeologiche del 1727,[12] e una collezione di 12,000 monete romane.

Bath è patrimonio dell'UNESCO dal 1987 ed accoglie migliaia di visitatori tutto l'anno. Per raggiungere Bath si può prendere un pullman diretto che parte dagli aeroporti di Londra o Bristol, oppure con un treno che parte dalle medesime città e impiega un'ora e mezza.

gettyimages-137781569.jpg

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 69 voti.  

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE DONNA DI BLOGO