Estate 2015 con i bambini sul Lago di Costanza

In barca con i pirati, lungo il lago in canoa, sugli alberi con le liane o in fattoria, per familiarizzare con caprette, mucche e animali da fattoria. Oppure tra affascinanti castelli e borghi medievali popolati da menestrelli e cavalieri, in montagna per respirare l’aria pura o al Ravensburger Spieleland, un parco-divertimento unico nel suo genere in Europa. Un po’ ovunque, poi, non mancano piscine e case dei giochi. La regione internazionale del Lago di Costanza, tra Germania, Svizzera, Austria e Liechtenstein, ha davvero tanto da offrire alle famiglie con bambini, per vacanze dove l’unica ad essere bandita è la noia.

Quella del Lago di Costanza è una regione ricca di testimonianze storiche: un viaggio nel passato, se vissuto nel modo giusto, piacerà moltissimo anche ai più piccoli. A Unteruhldingen, ad esempio, si trova il Pfahlbaumuseum, a testimonianza dei ritrovamenti palafitticoli preistorici: un eccezionale museo a cielo aperto dove sono state ricostruite 23 abitazioni su palafitte per imparare divertendosi come vivevano i nostri antenati e ammirare gioielli, manufatti e utensili di 3.000 anni fa.

“Salve!” è il motto del museo romano interattivo di Mengen-Ennetach, costruito là dove si trovava l’antica fortezza romana a difesa del limes sul Danubio. Alla suggestiva rocca di Waldburg presso Ravensburg, dopo una visita alle stanze del castello, ci si può rifocillare con un pranzo di ispirazione medievale preparato, da soli, sul fuoco, mentre al Bachritterburg di Kanzach ci si tuffa nella vita di signori, cavalieri, servi e stallieri in un complesso che riproduce un tipico borgo del basso medioevo e la vita dei suoi abitanti. Presso l’Oberschwäbischen Museumsdorf di Kürnbach, poi, si rivive le giornate nelle fattorie di 600 anni fa. Infine anche il Burg Meersburg, che si erge imponente sul lago, propone un viaggio nel passato medievale con una visita nelle sue 36 stanze debitamente addobbate, che affascinerà grandi e piccoli.

In barca con i pirati, in compagnia delle caprette e tra le bertucce per la gioia dei più piccini. Sulla riva sveva del Lago di Costanza si affacciano vicine le cittadine di Eriskirch, Kressbronn e Langenargen, vero paradiso per chi è in viaggio con i bambini. Durante tutta l’estate qui i ragazzi possono partecipare gratuitamente a escursioni, giochi e divertimenti sotto la guida di accompagnatori esperti. Nelle giornate più calde giochi d’acqua e piscine negli stabilimenti sulla sponda del lago sono la soluzione per i più scatenati, mentre a Kressbronn si trova una casa dei giochi attrezzata di tutto punto per le giornate di brutto tempo.

Anche la vicina Immenstaad è una città a misura di bimbi, da dove partire per emozionanti gite sulla barca dei pirati: vestiti da veri bucanieri, i ragazzi attraversano le acque del lago sulla Lädine, l’imbarcazione tradizionale del luogo qui in uso fin dal medioevo: dal 1 luglio al 12 settembre tutti i mercoledì e giovedì, e i ragazzi sotto i 16 anni partecipano accompagnati da un genitore. A Überlingen i ragazzi trovano spiagge, parco-giochi, uno skate-park e il delizioso Haustierhof Reutermühle, parco-zoo per familiarizzare con 200 tipi di animali di fattoria, come pony, conigli e pecorelle. Sull’Untersee, idilliaco tratto di lago svizzero-tedesco, i bambini si divertiranno un sacco tra giochi d’acqua e cavalcando piccoli pony, mentre nella regione dell’Hegau e anche ad Überlingen potranno partire alla scoperta di boschi e vallate accompagnati dalle caprette, che trasportano zaini e vettovaglie per la gita. All’Affenberg Salem, infine, si gioca con le bertucce che, libere su un’area di 20 ettari, si fanno accarezzare e coccolare da bambini entusiasti.

Il divertimento è non-stop sul Lago di Costanza anche per i ragazzi più grandi, che possono contare su strutture e parchi d’avanguardia. A San Gallo, ad esempio, oltre allo zoo Walter di Gossau e al parco per il il tempo libero di Niederbüren, li attende il parco acquatico Säntispark ad Abtwil, con piscine interne ed esterne, scivoli giganti, onde e canyoning sull’acqua. Per sfidare le altezze e mettere alla prova la propria coordinazione motoria tra alberi, reti e ponti sospesi non c’è di meglio che visitare uno dei tanti parchi-avventura della regione, come a Immenstaad, Kressbronn, presso l’isola di Mainau.

Nel Vorarlberg si può praticare il canyoning, la canoa e il rafting o imparare a cavalcare sui pony islandesi, mentre a Pfullendorf, in Germania, gli appassionati di golf trovano un campo davvero speciale: il Seepark-Golf offre un percorso con scivoli, attrazioni, suoni, giochi d’acqua, oltre a una pista di calcio-golf, per centrare le buche con il pallone – anche qui in modo alternativo e divertente. Se si ha voglia di partire in bicicletta, invece, si può percorrere la ciclovia del Thurgau, che si snoda pianeggiante tra lago e entroterra lungo 187 chilometri, attraversando campi e fattorie dove fermarsi per uno spuntino, ed anche per imparare a fare il succo di mela o a cuocere il pane.

Infine qui anche le montagne sono vicinissime: Malbun in Liechtenstein, ad esempio, è un vero paradiso per le vacanze con bambini situato a 1.600 metri d’altitudine, fra i bellissimi panorami delle Alpi svizzere. In quest’oasi di pace i più piccoli si divertono facendo trekking sui lama, pesca di fiume o passeggiate alla ricerca delle marmotte, giocando nel bellissimo parco-giochi situato in centro paese o percorrendo sentieri e percorsi pensati appositamente per loro - come la “Strada delle Leggende Walser”, il percorso vita “Schaan” o la “Strada delle Salamandre” e, dal prossimo 18 luglio la nuova “Strada dell’esploratore”.

bimbo-con-scimmia.jpg

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 4 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE DONNA DI BLOGO