Il Padiglione della Santa Sede ad Expo 2015: il video

Il Padiglione della Santa Sede, ad Expo 2015, porta il messaggio del Papa al mondo e ai potenti della Terra: "Sembra che manchi la volontà di condividere con tutti, preparare la tavola per tutti, e chiedere che ci sia una tavola per tutti"

Dico la verità: non sapevo che anche la Santa Sede, il Vaticano, fosse presente all'Expo 2015 di Milano. Ma è un problema mio, di non conoscenza, visto che il Cardinale Ravasi, commissario della Santa Sede ad Expo, ha spiegato che la Santa Sede è stata sempre presente a tutte le esposizioni universali della storia, per essere presente e dare il proprio messaggio nel luogo in cui si trova il mondo in quel periodo.

Non di solo pane vivono la terra e l'uomo è il motto del padiglione del Vaticano, 747 metri quadrati per un padiglione minimalista, ad Expo 2015. E l'interesse di Papa Bergoglio (e non piace solo a me, visto che entra anche nei cuori degli insospettabili ) nei confronti dell'ambiente e del cambiamento climatico dimostra come la questione dell'alimentazione mondiale sia legata a infinite altre variabili.

Una di queste per il Papa, è la volontà dei Potenti della Terra, che saranno giudicati da Dio per quanto avranno fatto per combattere la fame nel mondo.

Il pianeta ha cibo per tutti, ma sembra che manchi la volontà di condividere con tutti, preparare la tavola per tutti, e chiedere che ci sia una tavola per tutti. Fare quello che possiamo perché tutti abbiano da mangiare, ma anche ricordare ai potenti della terra che Dio li chiamerà a giudizio un giorno, e si manifesterà se davvero hanno cercato di provvedere il cibo per lui in ogni persona e se hanno operato perché l'ambiente non sia distrutto, ma possa produrre questo cibo.

Il Padiglione accoglie gli ospiti con la maestosità del Tintoretto, con la sua opera "L'ultima cena di San Trovaso", che racconta l'Ultima Cena; una tela del grande pittore veneto commissionata nel 1561, che normalmentesi trova in San Trovaso, una delle chiese veneziane più ricche di storia.

Un'opera centrale rispetto a quanto esposto dal padiglione: da una parte, le pareti che guardano alla povertà nel mondo, dall'altra quelle del cammino lungo le periferie del mondo, dove i cristiani, e gli uomini di buna volontà di tutte le fedi, si impegnano portando il cibo. Il centro del padiglione è dominato una tavola in legno sulla quale sono proiettati tutti gli ambiti della vita quotidiana in cui si può agire responsabilmente per cambiare il mondo.

Attraverso il suo Padiglione, che si sviluppa su un’area complessiva di 747 metri quadrati, la Santa Sede vuole offrire ai visitatori uno spazio di riflessione attorno alle problematiche che ancora oggi sono connesse all’alimentazione e all’accesso al cibo, mettendo in luce come l'atto del nutrire sia un punto centrale dell’esperienza cristiana e della riflessione culturale e spirituale che il Cristianesimo ha generato dentro la storia. E non occorre essere dei filosofi o teologi per capirlo.

Padre Nostro che sei nei Cieli, sia santificato il tuo nome, venga il tuo regno e sia fatta la tua volontà come in Cielo così in terra. Dacci oggi il nostro pane quotidiano e rimetti a noi i nostri debiti come noi li rimettiamo ai nostri debitori e non ci indurre in tentazione ma liberaci dal male. Amen.



Vedi anche i padiglioni dell'Italia, Zero, dell'Azerbaijan, del Brasile, del Belgio e del Giappone.

padiglione santa sede expo 2015

Foto Expo 2015.
Video di Nicolas Abbrescia.

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 2 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE DONNA DI BLOGO